Furti nella zona industriale, Tripodi: "Blocchiamo le azioni criminali"

"Nei giorni scorsi altri vili episodi criminali hanno interessato cittadini ed operatori economici della nostra comunità. In particolare sono state ancora prese di mira attività e imprese che operano nella zona industriale di Polistena, nei suoi dintorni e non solo." Con queste parole il Sindaco Tripodi parla della recente escalation di furti nella zona industriale.

La nota del prima cittadino continua: "Non é la prima volta che simili gesti vigliacchi vengono compiuti sopratutto nelle aree periferiche di Polistena, dove nelle ore notturne vi è, assieme alla scarsa frequentazione di persone, facilità di fuga per i delinquenti. Quasi tutte le aziende che operano nella zona industriale hanno ricevuto, negli ultimi tempi ed in una preoccupante escalation, “visite” di squadre di ladri, così ben attrezzate in personale e mezzi, da prelevare, quasi indisturbate, beni e materiali di una certa voluminosità e consistenza, oltre che di valore economico."

"A tali fatti su cui è necessario fare piena luce, si accompagnano sul territorio azioni intimidatorie contro imprenditori e cittadini, testimonianza di un'arroganza mafiosa che a Polistena non ha mai cessato di manifestare la propria presenza. Esprimiamo solidarietà a tutti coloro che, colpiti, intimiditi e danneggiati pesantemente da tali gravissime azioni, si rivolgono alle istituzioni per ritrovare giustizia, serenità e la libertà di costruire la propria vita ed il proprio ruolo sociale senza condizionamento alcuno."

"L'Amministrazione Comunale, venendo incontro alla richiesta di aiuto di alcuni operatori economici e dopo aver ascoltato la loro esasperazione per i recenti accadimenti, ribadisce il proprio impegno a fianco di quegli imprenditori e lavoratori onesti di Polistena."

"Dinanzi a ciò, chiediamo a tutti i cittadini, di non piegarsi alle logiche criminali, di non cedere alle pressioni ed ai ricatti, di denunciare alle Forze dell'ordine ogni tentativo di prevaricazione nei loro confronti, rifiutando così di affondare nello stagno dell'omertà, del silenzio, della paura."

Il primo cittadino esorta i cittadini affermando: "Polistena non può e non deve piegarsi alla violenza mafiosa e criminale!

"L'Amministrazione Comunale, pertanto e come sempre, assumerà ogni iniziativa utile a rappresentare concretamente vicinanza e sostegno a cittadini e operatori che hanno scelto di imboccare la via della legalità lontano dal compromesso e dall'ambiguità tipiche di certi metodi e mentalità mafiose. Occorrerà elaborare insieme nuove strategie per assicurare maggiori condizioni di sicurezza nell'area industriale e su tutto il territorio, ed al contempo stimolare la risposta civile in quanti, dopo il danno materiale subito, rischiano pure di scoraggiarsi nel prosieguo della loro attività economica."

"In tal senso, chiediamo infine alle Forze dell'ordine ed alla Magistratura, verso le quali riponiamo piena fiducia, un monitoraggio costante del territorio e delle aree più vulnerabili, mettendo in campo un'azione sinergica tra istituzioni, associazioni, enti, schierati all'unisono per la difesa della legalità e per l'impegno civile contro la criminalità comune e mafiosa."

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.