Operazione "Money gate" | Tra gli indagati anche Marino Carrabetta

Oltre agli 8 raggiunti ieri da misure cautelari, ci sono altri 9 indagati nell'ambito dell'operazione "Money gate" che ha posto ai domiciliari Giuseppe Cosentino e la figlia Ambra.

Tra questi anche Marino Carrabetta, 47enne polistenese e dipendente della Gicos di Cinquefrondi.
Il reato a lui contestato è associazione a delinquere e viene indicato nel capo di imputazione come intestatario formale di conto corrente “nell'interesse esclusivo di Giuseppe Cosentino”.

Gli altri indagati sono Francesca Muscatelli, di Cinquefrondi; Antonio Carmelo Perchinunno, residente a Roma; Armando Ortoli, nativo di Napoli ma residente a Spoltone (Pe); Andrea Russotto, di Nuova (Rm); Walter Taccone, di Avellino; Vincenzo De Vito, di Ospitaletto (Av).

Secondo gli inquirenti, Giuseppe Cosentino si sarebbe appropriato indebitamente di oltre 8milioni di euro ai danni della società e dei suoi creditori.


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.