Intimidazione alla consigliera comunale Coriani. Nella notte a fuoco l'automobile

Avv. Roberta Coriani
Questa notte ignoti hanno tentato di dare fuoco all'automobile della neoconsigliera comunale avv. Roberta Coriani. A darne notizia è il Sindaco Michele Tripodi che parla di un "vile atto intimidatorio".

L'autovettura era parcheggiata nei pressi dell'abitazione della consigliera nel quartiere Immacolata. Per fortuna le fiamme, che hanno danneggiato parzialmente la macchina, non si sono propagate perché domate in tempo da residenti della zona accorsi sul posto. 

Roberta Coriani è entrata nel gruppo consiliare di maggioranza "Avanti Polistena" lo scorso 24 maggio, a seguito delle dimissioni presentate da Norman Zerbi.

"L’Amministrazione Comunale condanna e respinge fermamente il vile gesto perpetrato con tipiche modalità mafiose, teso a turbare la serenità di Roberta Coriani e dei sui cari, verso cui vogliamo affermare i sentimenti di piena solidarietà e di vicinanza" afferma Tripodi.

Sindaco Tripodi con Avv. Coriani
"Il lavoro dell’Amministrazione Comunale, - continua Tripodi - schierata in prima linea per la legalità e nella battaglia contro le mafie, continuerà con la solita tempra, onestà e determinazione per la risoluzione dei problemi generali e soprattutto nelle attività di contrasto al crimine comune e organizzato. Nessuno si lascerà intimidire, anzi saremo come sempre compatti nel respingere ogni forma di prevaricazione per riaffermare i valori di giustizia e di legalità in un territorio che purtroppo è ancora condizionato dalla presenza e dalla mentalità mafiosa".

Appello alle forze dell'ordine, da parte del Sindaco, affinché si trovino presto i responsabili di tale gesto.

Solidarietà anche dal locale circolo del Partito Democratico. "Siamo solidali e vicini all'avv. Roberta Coriani, neo consigliere comunale del nostro Comune, per il vile atto intimidatorio perpretato ai suoi danni con il tentativo d'incendio della sua autovettura che solo per un caso fortuito non e' stata distrutta interamente" si legge sulla pagina Facebook del circolo polistenese.

Soltanto qualche giorno fa Avviso Pubblico aveva pubblicato il rapporto "Amministratori sotto tiro" 2016. Tra i comuni oggetto di intimidazione nella Provincia di Reggio Calabria (la più "bersagliata" d'Italia) c'è anche Polistena. È del marzo dello scorso anno la vicenda di una busta indirizzata al Sindaco Michele Tripodi, coordinatore provinciale di Avviso Pubblico per il territorio reggino, contenente una cartuccia esplosa di fucile ed un biglietto con minacce di morte.


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.