Isola ecologica | Tripodi a Parentela "Delegittimarci rimarrà un suo sogno nel cassetto"

"Se il disegno dell’on. Paolo Parentela è quello di delegittimare l’operato dell’Amministrazione Comunale di Polistena, allora questo si che rimarrà un sogno nel cassetto del parlamentare e dei suoi pochi accompagnatori". Inizia così il comunicato di replica del Sindaco Michele Tripodi alle parole del deputato Paolo Parentela (M5S).

"Dinanzi a simili iniziative dal sapore strumentale, non ci stupiamo se poi sul territorio calabrese vi siano comuni che ritornano impudicamente al “metodo del cassonetto stradale” per la raccolta di rifiuti, preferendo lavarsi le mani e non incentivare le buone pratiche della raccolta differenziata" riferendosi evidentemente al caso del Comune di Rosarno.

Secondo Tripodi, Parentela invece di elogiare "le innovazioni che stiamo per introdurre a Polistena" citando quindi l'Ecocard, gli opuscoli sulla raccolta differenziata, l'ammodernamento del centro di raccolta, "continua ad attaccare, per scopi politici poco nobili alla causa grillina ed al suo ruolo di parlamentare, le scelte compiute dall'Amministrazione Comunale".

Pubblicando la lettera di risposta a Parentela dello scorso 5 aprile, Tripodi sostiene che "I contenuti della nostra risposta sono stati completamente ignorati dall'onorevole Parentela, che, in nome di un falso e buonista spirito collaborativo, ha invece tentato più volte di colpire l’Amministrazione Comunale, addirittura organizzando il sopralluogo-flop sul posto".


Rispondendo invece alle accuse mosse dal grillo circa alcuni sequestri di parti del sito, Tripodi precisa che in passato "sono stati messi in quarantena alcuni rifiuti in aree interne al centro, poi smaltiti a seguito di esito negativo delle analisi dell’ARPACAL, ma mai sono state chiuse o sequestrate le aree di lavoro dove si svolge effettivamente il servizio, ininterrottamente dal 2013, da quando cioè la raccolta differenziata è stata istituita".

"L’Amministrazione Comunale di Polistena andrà avanti con i lavori di ammodernamento del sito" - conclude Tripodi - "che sarà un nuovo passo in avanti verso una più avanzata ed efficiente organizzazione della raccolta differenziata su scala comunale".

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.