Isola pedonale Trinità, ancora qualcuno non rispetta il divieto di transito

Dopo circa un mese e mezzo dall'entrata in vigore dell'isola pedonale permanente in Piazzale Trinità, il bilancio è sicuramente positivo, seppur con alcune problematiche.

La scelta di riservare ai pedoni una delle aree panoramiche più suggestive della Piana di Gioia Tauro è stata sicuramente accolta positivamente da polistenesi e non. Molte le famiglie con bambini che si ritrovano nelle ore serali sul piazzale per trascorrere in sicurezza qualche ora all'aperto.

Non mancano però le criticità. In molti segnalano il mancato rispetto del divieto di transito da parte di alcuni conducenti "incivili", che in barba a segnali verticali e orizzontali (è ben visibile sulla pavimentazione il divieto di transito), utilizzano gli spazi laterali per introdursi nell'area pedonale.

Sicuramente le aperture laterali sono state previste in caso di situazioni di emergenza o per facilitare in particolari occasioni l'accesso al Santuario di Maria Ss. dell'Itria. Alcuni però le vedono come dei varchi per aggirare le fioriere catarifrangenti istallate per delimitare la zona.

Non mancano le sanzioni comminate a coloro i quali non rispettano le minime regole del Codice della Strada ma si potrebbe fare di più. Ad esempio istallando in prossimità di questi varchi laterali 2 di quei 4 dissuasori mobili, non automatici, acquistati negli scorsi anni dal Comune il cui utilizzo non è stato un successo. 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.