Svincolo C.da Grecà | Tripodi contro Conia: "Progetto non modificabile"

"Se qualcuno pensa di poter boicottare la comunità di Polistena, inserendosi a gamba tesa nella discussione sulla Pedemontana, ha sbagliato in partenza". È quanto afferma il Sindaco di Polistena Michele Tripodi, replicando alla presa di posizione del Consiglio Comunale di Cinquefrondi contro la realizzazione del "megasvincolo" di Contrada Grecà. Quest'ultimo, voluto fortemente da Tripodi quando ricopriva l'incarico di assessore provinciale, viene considerato dal Sindaco di Cinquefrondi Conia "inutile, dannoso per l'ambiente ed i piccoli coltivatori".

IMPOSSIBILE MODIFICARE IL PROGETTOStroncando ogni forma di modifica, Tripodi afferma che "la realizzazione dello svincolo della Pedemontana che collega l’abitato a monte di Polistena oltre che il centro di Cinquefrondi, non può essere oggetto di una discussione già superata e risolta diversi anni fa". Secondo Tripodi, il progetto non è modificabile nella fase esecutiva perché si tratta di una di "un’idea progettuale strategica che sta alla base del progetto definitivo appaltato dalla Provincia di Reggio Calabria che prevede appunto lo svincolo di C.da Grecà". Inoltre, continua il primo cittadino polistenese, "lo svincolo in questione è sostitutivo e migliorativo, in quanto più baricentrico, dell’originaria previsione di due altri svincoli, individuati in luoghi meno accessibili di C/da Grecà, e dove gli espropri sarebbero stati maggiori rispetto a quelli attuali". 

PERPETUA OSTILITÀ CONTRO POLISTENA - Secondo Tripodi le scelte assunte dal Consiglio Comunale di Cinquefrondi sarebbero "incomprensibili, spiegabili solo dalla strisciante e perpetua ostilità contro la comunità di Polistena" che rischierebbe, a detta del Sindaco, di "ostacolare la realizzazione complessiva di un’importante opera strategica per il territorio, come la Pedemontana, che garantirebbe una viabilità migliore".
Il rimettere in discussione il progetto è visto da Tripodi come "propaganda di basso profilo e campagna provocatoria tesa a dividere i territori e non ad unirli". 

I COMUNI GIÀ SI SONO ESPRESSI - "I comuni formalmente interessati dalla Provincia, tra cui Polistena, hanno già prima dell’appalto espresso la loro valutazione sull'idea progettuale in Conferenza dei Servizi, dando il via libera al progetto elaborato dai tecnici provinciali, con gli svincoli, i raccordi e le opere complementari, compreso lo svincolo di C/da Grecà". Il Consiglio Comunale di Polistena aveva espresso il proprio parere favorevole con la delibera n. 3 del 5 marzo del 2011.

POSSIBILI MIGLIORAMENTI SUCCESSIVI - Definendo già funzionale l'opera con il termine dei lavori del lotto in questione, Tripodi auspica che le economie disponibili "che sfiorano i 4 milioni di Euro" vengano impiegate per migliorare la rete stradale secondaria di raccordo con tutti gli svincoli, che ovunque presenta carenze, e per realizzare la galleria di raccordo con la SGC Jonio-Tirreno. Chiede ancora che la Città Metropolitana mantenga gli impegni riguardo le c.d. opere compensative a carico dell’impresa appaltatrice, per garantire la piena e completa funzionalità della Pedemontana. 

POSTI DI LAVORO - L'Amministrazione Comunale di Polistena, per tramite del Sindaco, spera infine nel celere avvio del cantiere "che rappresenterebbe, in un momento nero per l’economia locale, occasione di occupazione per decine di operai in attesa di un posto di lavoro". 
"Realizzare nuove strade come la Pedemontana non danneggia nessuno" - conclude Tripodi - "ma può solo migliorare l’accessibilità ai nostri territori e, soprattutto, aprire nuove opportunità di crescita e di sviluppo sociale ed economico per le comunità coinvolte".

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.