Ospedale, Tripodi "Finito il tempo delle discussioni, ora risposte"

"E' finito il tempo della discussione pacata, bisogna passare ad altre forme di protesta". Non usa mezzi termini il Sindaco Michele Tripodi per manifestare la rabbia e la disperazione dell'intero comprensorio per le sorti del Santa Maria degli Ungheresi di Polistena.

Si è tenuta stamane, presso la sala convegni annessa a Palazzo Sigillò, una conferenza stampa fortemente voluta dall'amministrazione comunale per denunciare la sempre più precaria situazione del nosocomio polistenese.

Erano presenti rappresentanti di alcuni comuni pianigiani, dirigenti medici in servizio presso il presidio ospedaliero, organizzazioni sindacali e privati cittadini.

Molto dura è stata l'accusa lanciata dal primo cittadino Tripodi sulla sanità calabrese "Ci sono interessi che non devono essere guastati".

Secondo Tripodi, in Calabria le scelte in ambito sanitario non sono fatte avendo come obiettivo l'articolo 32 della Costituzione, bensì interessi privati. Si è detto stanco del "giochino" in atto tra Oliverio e Scura, ricordando che anche la politica ha le sue responsabilità, tra cui anche la nomina dei Direttori Generali delle aziende sanitarie ed ospedaliere calabresi.

"Ora è il tempo delle risposte" afferma Tripodi, stanco dei tanti tavoli istituzionali aperti per via delle criticità nella sanità calabrese e che ancora oggi non hanno portati i risultati sperati. 

Ci si è anche chiesto che fine abbiano fatto quei 9 milioni di euro destinati ad un adeguamento della struttura del presidio ospedaliero.

Il Sindaco ha ricordato l'impegno diretto del Comune per la costruzione della pista per l'elisoccorso, aggiungendo che i lavori potrebbero terminare nel mese di settembre.

Tra le criticità emerse nella discussione anche la mancanza di personale e l'esiguità dei posti letto per l'intera Piana di Gioia Tauro.

In particolare, sulla questione personale, Tripodi lamenta il fatto che l'ASP pubblichi avvisi per assunzioni prevalentemente per l'ospedale di Locri, non considerando alla stessa stregua anche il presidio polistenese. Nell'ultimo avviso di mobilità per dirigenti medici, ben 8 sono i posti previsti per Locri, contro 1 per Polistena ed 1 per Melito Porto Salvo.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.