Tripodi alla Festa Rossa: "Il PD di Polistena prenda posizione sul caso de "La Fortuna" "

Si è conclusa ieri sera la Festa Rossa 2017, manifestazione organizzata dalla sezione di Polistena del PCI. Tanta musica, gastronomia ma non solo: spazio sopratutto ai dibattiti che nel corso delle varie serate hanno avuto ad oggetto varie questioni quali, ad esempio, la sanità e l'ambiente.

Ieri è stato il turno del comizio conclusivo che ha preceduto il concerto di Santino Cardamone.  Ad  intervenire dal palco di Viale Italia, oltre a vari esponenti locali e regionali del PCI, anche il Sindaco Michele Tripodi. Il primo cittadino ha voluto subito ringraziare i compagni di partito per aver organizzato e allestito l'intero villaggio.

Si è quindi soffermato sull'importanza delle feste di partito e del ruolo di raccordo che svolgono tra politici e cittadini.

Tripodi ha quindi iniziato il suo intervento con un'invettiva contro PD e M5S, rei a suo dire di non discutere di "cose concrete, dei problemi delle persone". Il PCI mira quindi ad attuare la Costituzione ed i diritti da essa garantiti quali scuola, sanità, pace.

Anche l'Unione Europea non viene risparmiata dalle critiche del Sindaco Tripodi. "L'UE sottrae pezzi importanti di sovranità" ha affermato, parlando anche di "Europa delle banche".

Ha poi fatto un breve elenco dei risultati ottenuti in questi anni dalla sua amministrazione tra i quali spicca l'assegno di sopravvivenza, destinato ai giovani disoccupati. Per quanto riguarda la raccolta differenziata, Tripodi si è detto orgoglioso di aver introdotto in città l'ECOCARD. Ha poi comunicato che a breve partiranno i lavori di ammodernamento dell'isola ecologica e che in futuro sarà possibile accedervi anche nelle ore notturne.

Il primo cittadino ha fatto poi riferimento ai lavori di Palazzo Sigillò. "Abbiamo risolto alcuni problemi che abbiamo avuto per l'avanzamento delle procedure". L'opera, per la quale il Comune ha ricevuto 3 milioni di euro di finanziamento dallo Stato, ha infatti visto prima la sostituzione del direttore dei lavori, poi del collaudatore.

Tra i temi non poteva mancare anche la situazione in cui versa l'ospedale cittadino. Grazie ai fondi stanziati dal Comune, il nosocomio cittadino sarà a breve dotato di una pista per l'atterraggio dell'elisoccorso. "L'abbiamo fatto per dare una mano alla sanità pubblica" rivendica Tripodi. Riferimento poi alla battaglia, portata avanti dal PCI, per l'abolizione del ticket sanitario. 

Riguardo al caso dell'opera di Renda "La Fortuna", oggetto di scontro tra il Comune di Polistena e la società proprietaria di Palazzo Avati, Tripodi ha precisato: "Non vogliamo fare un dispetto a qualcuno, ma facciamo questo per rivendicare un diritto che spetta ai cittadini" e ha quindi chiesto che il Partito Democratico di Polistena prenda posizione sulla questione affermando: "Sappiamo bene quali sono state le complicità del passato, i silenzi, le omissioni". Sempre sull'argomento, ha poi aggiunto: "La cultura, quando viene lasciata in mano alle elite, è uno strumento di controllo sociale, di conservazione del potere". Secondo Tripodi è ora che torni al popolo e che diventi così uno strumento di emancipazione.

Infine, da registrare anche l'orgoglio di Tripodi per la vittoria del ricorso fatto da Enel contro il canone patrimoniale non ricognitorio varato dalla sua amministrazione e che vede ora la società debitrice di oltre 500mila euro al Comune.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.