Intimidazione al Sindaco di Taurianova. Solidarietà anche dalla politica polistenese

Questa notte l'auto di famiglia del Sindaco di Taurianova, Fabio Scionti, è stata fatta saltare in aria da un ordigno che ha completamente distrutto l'autovettura.

La solidarietà al Sindaco, anche consigliere delegato della Città Metropolitana di Reggio Calabria, è arrivato dalla politica nazionale e locale.

Anche il Sindaco di Polistena, Michele Tripodi ed il circolo PD di Polistena hanno espresso solidarietà all'ing. Fabio Scionti.

Il Sindaco Tripodi ha scritto in una nota: "Siamo vicini e solidali con il Sindaco di Taurianova ing. Fabio Scionti, e con tutti i suoi familiari che stanotte sono stati sconvolti da un gravissimo atto d’intimidazione di chiaro stampo mafioso. Non ci sono parole per descrivere l’inquietante scenario che purtroppo, malgrado l’impegno al servizio delle istituzioni profuso da amministratori come il Sindaco Scionti, si ripropone quasi giornalmente in Calabria". 

"Le mafie, - ha poi aggiunto Tripodi - attraverso azioni eclatanti come in questo caso la bomba che ha fatto saltare in aria l’auto del Sindaco di Taurianova, cercano di far parlare di sé con il tipico linguaggio della violenza, dell’arroganza, della prevaricazione nei confronti dei poteri legittimamente costituiti. Taurianova, come tanti altri territori della Calabria, costituisce una realtà complessa, dove spesso la democrazia è mal digerita dagli appetiti criminali. Rinnovando gli attestati di incondizionata solidarietà al Sindaco di Taurianova, in questo difficile, anche umanamente, momento della sua vita, lo esortiamo a continuare con onestà e coraggio nel suo ruolo istituzionale di amministratore al servizio della comunità.

Il Partito Democratico di Polistena, in post Facebook, ha anch'esso espresso solidarietà e vicinanza al Sindaco Fabio Scionti (PD), all'Amministrazione comunale e alla cittadinanza di Taurianova "per il vile e truce attentato di stampo ndranghetistico che ha distrutto l'autovettura del Primo Cittadino. Le bombe possono lasciare attoniti, ma non possono fermare il vento del cambiamento".

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.