Avanti Polistena accusa PD e M5S: "Hanno tentato di screditare e delegittimare la manifestazione"


"L'imponente manifestazione sulla sanità organizzata dall'Amministrazione Comunale di Polistena, ha registrato una straordinaria partecipazione di popolo". Con queste parole il gruppo consiliare di maggioranza Avanti Polistena esprime tutta la propria soddisfazione per il risultato in termini di partecipazione di sabato scorso.

TUTTI IN PIAZZA PER IL DIRITTO ALLA SALUTE "Gente comune, operatori sanitari, associazioni, scuole, tantissimi giovani, studenti, pensionati, sindacati, sindaci del territorio, amministratori locali provenienti da aree diverse della Calabria, si sono riversati in piazza a rivendicare il diritto alla salute, a chiedere una sanità pubblica dignitosa che funzioni davvero, a pretendere il potenziamento dell’ospedale di Polistena, con l’incremento di personale ed organici, a spingere per l’attuazione degli interventi strutturali programmati attraverso lo sblocco dei fondi stanziati, a reclamare maggiori investimenti sulla diagnostica tecnologica e strumentale in dotazione ai reparti". 

BOICOTTAGGIO FALLITO Avanti Polistena accusa però le "forze politiche che sostengono l’attuale Governo nazionale e regionale" di aver tentato di boicottare - lavorando sotto banco - la manifestazione ma nonostante ciò "il 28 ottobre a Polistena si è celebrata una grande prova di democrazia e di forza popolare". 

I PALAZZI DEVONO ASCOLTARCI Il forte grido di protesta partito da Polistena deve, secondo il gruppo di maggioranza, essere ascoltato "nei palazzi del potere regionale e statale, laddove la sanità calabrese da molti anni è diventata ostaggio di conti e bilanci piuttosto che costituire un servizio essenziale da garantire alla popolazione in nome della Costituzione". 

PD GRANDE ASSENTE Il dito viene puntato direttamente contro PD e Movimento 5 Stelle. Il Partito Democratico, "che oggi occupa da Roma, a Catanzaro, a Reggio Calabria, i principali posti di responsabilità e i vertici decisionali in materia di sanità" è stato il grande assente. 

"DIENI HA RINNEGATO L'ADESIONE" "Sconcertante" vieni definita la posizione del M5S, "che attraverso un tira e molla, prima aderisce attraverso la parlamentare on. Federica Dieni, la quale però, poco dopo aver appreso la sua assenza dalla scaletta degli interventi, rinnega la propria adesione alla manifestazione e con essa anche i suoi contenuti". È arrivata infatti proprio nel giorno della manifestazione la nota dell'on. Dieni che motivava la sua assenza con il non voler prendere parte a "passerelle politiche". Successivamente è arrivato il comunicato dei meetup di Polistena e Cinquefrondi che hanno accusato il sindaco Tripodi di "atteggiamenti discriminatori" nei loro confronti.

NESSUNA DISCRIMINAZIONE "Nessuna discriminazione, sul palco di Polistena hanno parlato, oltre ai Sindaci, anche persone comuni che lo hanno richiesto al momento, raccontando le drammatiche esperienze personali". Così Avanti Polistena replica alle accuse dei pentastellati e rilancia "Partito democratico e Cinquestelle, assenti, ma impegnati sullo stesso fronte del discredito e della delegittimazione, si sono dunque autodiscriminati, perdendo l’occasione di partecipare con bandiere e striscioni, o solo con la presenza fisica, ad una grande manifestazione di popolo che ha scosso la Calabria". 

INVIDIA Per Avanti Polistena, il modo in cui opera e si muove l'amministrazione comunale "suscita invidia" nell'attuale classe politica "della quale anche i cinquestelle stanno copiando vizi e cattive abitudini. È singolare infatti che un sindaco comunista, iscritto ad un partito senza rappresentanti nelle massime istituzioni, che combatte per davvero il “sistema” ed i poteri forti, venga attaccato continuamente dai grillini, che dovrebbero abbracciare e sostenere a mani piene tutte le battaglie del Comune di Polistena contro la Regione Calabria specie su sanità e ambiente, legalità e lotta alle mafie". 

LOTTA CONTINUERÀ L'aver inaugurato l'elisuperficie antistante il Santa Maria degli Ungheresi è per il gruppo di maggioranza "la dimostrazione dell’impegno che l’attuale maggioranza “Avanti Polistena” ci mette nell'attuazione del programma presentato ai cittadini". La maggioranza consiliare conferma che continuerà a sostenere tutta l'amministrazione comunale nelle lotte fatte a tutela dei diritti, quali quello alla salute, che riguardano tutti, senza colore politico.
Avanti Polistena accusa PD e M5S: "Hanno tentato di screditare e delegittimare la manifestazione" Avanti Polistena accusa PD e M5S: "Hanno tentato di screditare e delegittimare la manifestazione" Reviewed by Polistena News on 31.10.17 Rating: 5