Jerulli/2 | Urbanizzazione ha quasi cancellato il percorso del torrente

Continua il nostro approfondimento sulle criticità del torrente Jerulli, parzialmente ridotte con i lavori finanziati dalla Provincia di Reggio Calabria e conclusi nel 2016.

Nel primo articolo ci siamo concentrati sulla mancata realizzazione della vasca di laminazione che avrebbe dovuto ridurre il pericolo di esondazione nel tratto tombato del torrente. Nell'immagine sottostante (ricostruzione grafica) si vede come le abitazioni si affaccino proprio su quello che un tempo era il letto del torrente, oggi coperto.



Questa volta vogliamo puntare il faro sull'urbanizzazione forse eccessiva di un area a rischio idraulico. In molti potrebbero sottovalutare il problema, ma dalla carta geologica emerge una chiara possibilità di esondazione del torrente.

Nella carta qui in basso, la striscia di colore verde acqua indica un terreno di tipo alluvionale, cioè composta dai depositi di alluvioni passate. Il torrente ad averle create è proprio Jerulli e questo porta i tecnici ad affermare che "La successione e articolazione spaziale dei sedimenti è tale da far ritenere certo che, in tempi passati ma non lontanissimi, il fosso abbia avuto una considerevole capacità di trasporto e sedimentazione".


Quindi in passato, Jerulli ebbe un flusso di portata molto maggiore rispetto a quello attuale e nulla porta ad escludere che questi livelli potrebbero essere raggiunti in occasione di futuri eventi eccezionali.

Negli ultimi decenni tuttavia, l'area che circonda il torrente è stata interessata da una progressiva urbanizzazione. Questo ha portato quasi a cancellare "i sedimenti fluviali e lo stesso percorso del Fosso Ierulli" come si legge nella relazione geologica del Documento Preliminare del PSC che da appunto la colpa alla "recente urbanizzazione".


Jerulli è quindi l'unico canale di drenaggio delle acqua meteoriche nell'area evidenziata in blu nel grafico successivo. Il rischio è che la somma di variazioni climatiche e un aumento dell'impermeabilizzazione del terreno porti a "gravi conseguenze" per l'estesa area urbanizzata circostante.


"In queste aree - si legge ancora nella relazione - non va comunque trascurato il fatto che la impermeabilizzazione dei suoli connessa all'urbanizzazione e la restrizione, talvolta esasperata, dei compluvi attraverso i quali si sviluppa il drenaggio idro-meteorico, possono provocare fenomeni di alluvionamento incontrollabili".

Il rischio quindi esiste e non deve essere sottovalutato, nonostante per molti anni Jerulli non ha generato gravi fenomeni di esondazione nella parte a monte del tratto tombato.

I lavori realizzati nel 2016 hanno ridotto questo rischio, che però non può dirsi del tutto escluso, almeno finché non verrà realizzata la vasca di laminazione.
Jerulli/2 | Urbanizzazione ha quasi cancellato il percorso del torrente Jerulli/2 | Urbanizzazione ha quasi cancellato il percorso del torrente Reviewed by Polistena News on 9.11.17 Rating: 5