Intimidazione alla Coop Valle del Marro: danneggiate 200 piante di kiwi


Ennesimo danneggiamento ai danni della Cooperativa Valle del Marro con sede a Polistena. Mercoledì è stato scoperto che circa 200 piantine di kiwi erano state tagliate alla base, sradicate e asportato dal luogo in cui era stato istallato l'impianto.

Non c'è pace nel terreno confiscato alla mafia, in località Sovereto, a Gioia Tauro. Ai numerosi sabotaggi dell’impianto irriguo (i primi nel luglio scorso, l’ultimo pochi mesi fa), tutti perpetrati allo scopo di far seccare le coltivazioni, si aggiunge un altro vile atto intimidatorio. Cambia la strategia di attacco dopo che il casolare (dove è installato il quadro di comando dell’irrigazione), è stato messo al sicuro con un sistema di antintrusione. 

"Subiamo ancora una volta un raid mafioso" è lo sfogo di Domenico Fazzari, presidente della cooperativa. "Ribadiamo la nostra fiducia nell'operato delle forze dell'ordine, con cui stiamo pienamente collaborando. È ora che si ponga fine a questo intollerabile e snervante ripetersi di danneggiamenti. Chiediamo pertanto a Istituzioni e società civile un'iniziativa comune per non far passare inosservati questi chiari tentativi di impedire alla cooperativa di coltivare quel terreno confiscato e di farne un presidio di legalità e lavoro vero.” 

"Evidentemente diamo molto fastidio" aggiungono gli altri soci della Valle del Marro – Libera Terra. "Siamo ancora più determinati a diffondere coraggio e impegno nella nostra terra, ma chiediamo a tutti più condivisione e corresponsabilità ".

Alla Valle del Marro è arrivata la vicinanza di esponenti del mondo politico come il Sen. Giuseppe Auddino (M5S), il quale afferma: "la società civile deve essere coesa ed unita
contro chi tenta di dominare il territorio con azioni delinquenziali. Solidarietà anche dal Sen. Ernesto Magorno (PD). Anche il sindaco di Cinquefrondi, Michele Conia ha condannato il vile atto perpetrato ai danni della Coop Valle del Marro.

L'Amministrazione Comunale di Polistena, in una nota stampa, ricorda come "la Cooperativa “Valle del Marro” Libera Terra costituisca un simbolo vivente di impegno e di lotta in un territorio, dove contrastare la ndrangheta, per alcuni non sembra più essere una priorità e un valore sociale, culturale e istituzionale da perseguire. L’Amministrazione Comunale di Polistena schierata in prima linea contro le mafie, esprime gratitudine ed incoraggiamento per l’impegno sempre dimostrati dalla Cooperativa Valle del Marro, ed intende manifestare profonda vicinanza e solidarietà a tutti i soci ed ai lavoratori di questa bellissima realtà, a tutela della quale occorre che tutte le istituzioni si stringano in questo difficile momento".

30/03/2018
Intimidazione alla Coop Valle del Marro: danneggiate 200 piante di kiwi Intimidazione alla Coop Valle del Marro: danneggiate 200 piante di kiwi Reviewed by Polistena News on 30.3.18 Rating: 5