Manca notifica: inammissibile il ricorso del Comune contro chiusura scuola Belà


Nell'udienza odierna, il TAR di Catanzaro ha dichiarato manifestamente inammissibile il ricorso presentato dal Comune di Polistena contro le delibere di Giunta regionale e Consiglio metropolitano che nell'approvare il Piano di dimensionamento scolastico, hanno previsto la chiusura del plesso scolastico Belà, a partire dal prossimo anno scolastico.

Secondo i giudici amministrativi del capoluogo, il ricorrente non avrebbe notificato il ricorso all'istituto scolastico interessato dalla vicenda, l'Istituto comprensivo "Francesco Jerace", a cui afferisce il plesso Belà. In particolare, nella succinta motivazione, si legge che l'inammissibilità sarebbe causata dalla "omessa notifica ad almeno uno degli istituti scolastici contro-interessati coinvolti dall'azione della p.a., da individuarsi quanto meno nel nuovo plesso scolastico che gli alunni dovranno frequentare in luogo di quello soppresso, oltre che negli altri istituti scolastici potenzialmente pregiudicati dall’eventuale accoglimento del ricorso", mancando forse il giudice di considerare che i due plessi afferiscono alla stessa istituzione scolastica, comunque non citata nel giudizio amministrativo dall'ente ricorrente.

Il Comune di Polistena, rappresentato in giudizio dall'avvocato Grazia Maria Rugolo, si era fortemente schierato contro la chiusura della scuola prima Belà, decisa dagli organi regionali e metropolitani per via dell'esiguità degli iscritti.

16/05/2018
Manca notifica: inammissibile il ricorso del Comune contro chiusura scuola Belà Manca notifica: inammissibile il ricorso del Comune contro chiusura scuola Belà Reviewed by Polistena News on 16.5.18 Rating: 5