Intitolazione Municipio, Comitato: "Offese e accuse per mascherare non risposta"


Non si arresta il botta e risposta tra Amministrazione comunale ed il Comitato creatosi per chiedere l'intitolazione del Municipio e dell'Auditorium di Polistena a Mommo Tripodi. L'Amministrazione si è diverse volte detta disponibile a disporre tale intitolazione ma ancora alcuna delibera di Giunta pare aver formalizzato tale intento. Uno "scontro" che vede contrapposti in sostanza i due cugini Tripodi: da un lato il figlio di Mommo ed ex assessore regionale, Michelangelo e dall'altro l'attuale sindaco di Polistena Michele Tripodi.

Con una nota stampa è intervenuto da ultimo proprio il Comitato - per bocca dei suoi rappresentanti Patrizia Napoli e Giuseppe Varone - che replica al recente comunicato del gruppo consiliare Avanti Polistena che accusava proprio tale comitato di aver creato una campagna d'odio: "Voi fate e avete fatto solo campagne di odio, mescolando una semplice richiesta in un caso di attacchi di basso gusto e senza una logica ragione, ci additate insulti e ci classificate nemici, ci insultate, ci togliete il saluto, ci inserite nella lista nera, ci additate come appestati, ve la prendete anche con chi ci sta vicino familiari e amici(veri), che oltretutto non c’entrano nulla con la nostra libertà di essere umani nel dire o pensarla in modo diverso da voi".

Napoli e Varone accusano l'attuale maggioranza consiliare di aver generato "un polverone di accuse, manifesti, porta a porta" e "senza mai essere stati offesi con arroganza vi scagliate con bassezze e offese contri chi ha o manifesta pensiero diverso dal vostro". Quelli che fino a qualche settimana fa erano "degni di stima e affetto", sarebbero ora diventanti "nemici, persone prive di intelligenza, imboccate da altri, discutibili, voltagabbana di comodo".

In sostanza, l'accusa sarebbe quella di aver creato questo clima fortemente ostile per "mascherare la non risposta ad una semplice lettera protocollata con la richiesta di fare qualcosa per e in nome di Mommo Tripodi, a quasi un anno dalla sua morte".

Viene poi smentita qualsiasi ipotesi di attacco diretto alla persona del sindaco Michele Tripodi. Il Comitato precisa invece che il primo cittadino "ha sempre avuto la nostra vicinanza e stima, per lui abbiamo fatto campagna elettorale, comizi, sostegni e dimostrazioni di affetto, abbiamo rinnegato per lui anche familiari che tendevano per altri coalizioni, siamo sempre fino a qualche settimana fa stati suoi amici o così credevamo, purtroppo". 

Napoli e Varone si dicono infine pronti a ricevere "altre offese" e ribadiscono la loro unica richiesta: l'intitolazione del Municipio e dell'Auditorium comunale a Girolamo Tripodi. Un'accoglimento potrebbe sicuramente spegnere questa polemica che tiene banco da diverse settimane, anche se al momento nessuna decisione ufficiale - nonostante la dichiarata disponibilità - pare essere stata presa dalla Giunta.

17/01/2019
Intitolazione Municipio, Comitato: "Offese e accuse per mascherare non risposta" Intitolazione Municipio, Comitato: "Offese e accuse per mascherare non risposta" Reviewed by Polistena News on 17.1.19 Rating: 5