Presentata la piattaforma Berlinguer, Tripodi: "Tentativo di riunione dopo frammentazione PCI"


Si è tenuto domenica l'evento di presentazione della nuova piattaforma Berlinguer, iniziativa nata dalla sezione PCI di Polistena che ha visto poi il coinvolgimento di tante  altre persone. "Una realtà che comincia a reclutare tra le sue file, iscrizioni da ogni parte d’Italia" affermano i promotori.

"I principi della Costituzione, l’antifascismo, le lotte del movimento operaio italiano ed internazionale per la conquista dei diritti sociali, la democrazia, la libertà, il rispetto della dignità umana, la distribuzione equa delle risorse, l’eguaglianza sostanziale, la giustizia sociale, la solidarietà e la pace tra i popoli": sono questi i valori ed i principi su cui si fonda questo progetto.

"La sfida alla piattaforma Rousseau del movimento cinquestelle è ufficialmente partita" scrivono i promotori, evidenziando come Berlinguer sia una piattaforma digitale che si basa sulla tecnologia blockchain, consentendo un funzionamento "totalmente trasparente rispetto agli elevati rischi di manipolazione dei dati di qualunque altra piattaforma non disintermediata, come appunto quella grillina".

Dietro al progetto un'associazione denominata "Generazione.com" ed una società cooperativa a responsabilità limitata "Genera" che vede nel consiglio di amministrazione l'attuale Presidente del Consiglio comunale Angelo Borgese, il vicesindaco Marco Policaro e Stefano Filippone.

Proprio Angelo Borgese, presidente della cooperativa Genera, ha dato il via agli interventi
lasciando la parola poi a Giorgio Nordo professore associato di geometria digitale all’Università di Messina, si è soffermato sugli aspetti tecnico-informatici della piattaforma Berlinguer evidenziando le sue funzioni innovative, a garanzia della trasparenza delle operazioni e della privacy degli utenti. Francesco Valerio Della Croce della segreteria nazionale del PCI ha auspicato che a sinistra si possa recuperare anche attraverso l’uso del digitale quel linguaggio popolare in grado di arrivare e parlare ai bisogni della gente. Sergio Bellucci, giornalista ed esperto in comunicazione digitale, ha spiegato la fase di transizione in cui si trova l’umanità nel suo complesso, analizzando l’uscita dalla crisi attraverso il recupero dell’identità sociale propria dei movimenti popolari della sinistra, che può avvenire solo con l’organizzazione digitale al servizio delle nuove forze politiche emergenti. 

In conclusione l'intervento di Michele Tripodi il quale ha ricordato il suo auspicio di una riunione delle forze dopo anni di divisioni e frammentazioni seguite allo scioglimento del PCI.

"La piattaforma è uno strumento che punta a dare unità e credibilità a tutto ciò che nella società è alternativo e circonda l’attuale classe politica. L’asse Lega-M5stelle è un patto anormale che ha tradito il responso elettorale e soprattutto il popolo del Mezzogiorno che ha dato tanti consensi ai grillini non certo per allearsi con la Lega storico nemico del Sud. Solo una generazione politica nuova, unitaria e credibile, distante come identità, ideali e programmi da un Partito Democratico svuotato di qualsiasi riferimento alla storia della sinistra italiana, può riprendere le redini di una opposizione seria e di prospettiva" affermano i promotori.

29/01/2019

Presentata la piattaforma Berlinguer, Tripodi: "Tentativo di riunione dopo frammentazione PCI" Presentata la piattaforma Berlinguer, Tripodi: "Tentativo di riunione dopo frammentazione PCI" Reviewed by Polistena News on 29.1.19 Rating: 5