Operazione "Libera Fortezza", il monopolio dei bar in una via di Polistena


"Arroganza ndranghetista". Usa queste parole il Procuratore di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri, descrivendo in conferenza stampa le attività dell'organizzazione criminale oggi finita sotto scacco con l'operazione Libera Fortezza.


Tra le attitività poste in essere con metodo mafioso, il procuratore definisce come "significativi" due episodi in cui alcuni dei soggetti oggi attinti dal provvedimento restrittivo non avrebbero consentito "ad alcuni imprenditori di aprire delle attività che andavano in contrasto con l'attività commerciale di uno di questi signori [indagati, ndr]".


La vicenda si riferisce alla volontà da parte di due diversi imprenditori di Taurianova di voler aprire un bar-pasticceria in una via di Polistena, via nella quale già esisteva "un esercizio commerciale riferibile ad uno di questi arrestati", in particolare a Mariaconcetta Tibullo. Come ricostruito anche da "paralleli accertamenti da parte della Squadra Mobile di Reggio Calabria", tramite "minacce ed intimidazioni", a questi due imprenditori, sarebbe quindi stato impedito di aprire un esercizio commerciale analogo nella stessa via". Ad avere un ruolo in tale vicenda anche Sposato Giovanni e Sposato Francesco Domenico, esponenti dell’omonima cosca operante in Taurianova, pur non ritenuti affiliati alla cosca “Longo-Versace”, hanno fornito determinante contributo alle finalità del sodalizio polistenese.

Bombardieri scende nel dettaglio e racconta, il caso di un imprenditore, il quale disponendo di un immobile di proprietà nella stessa via e volendo trasferire la sua attività, in quel momento allocata in uno stabile in locazione, si sarebbe visto rispondere da Luigi Versace - figlio di uno dei due fratelli Versace assassinati a Polistena nel 1991 - che "sulla quella strada esiste una parola data sin dall'epoca di mio padre". 

Emerge quindi anche un controllo capillare delle attività economiche nel territorio polistenese da parte dell'organizzazione criminale in questione.

MARTEDI' 16 GIUGNO 2020