Libera Fortezza, Riesame annulla misure cautelari per Valerioti e Politanò. Raco ai domiciliari


Il Tribunale del Riesame di Reggio Calabria, nella giornata di ieri, accogliendo le tesi difensive degli avvocati Francesco Giuseppe Formica, Rosanna Certo e Pasquale Filippone, ha rimesso in libertà Andrea Valerioti e Vincenzo Politanò, escludendo che vi fossero i gravi indizi di colpevolezza per la partecipazione all’associazione mafiosa loro contestata ed ha concesso i domiciliari a Raco Antonio, accusato – tra l’altro – di avere tentato di estorcere mediante minaccia del denaro ad un soggetto nell’interesse della cosca, ritenendo sussistenti per lui soltanto i gravi indizi di colpevolezza per il reato di riciclaggio.

I tre erano stati coinvolti nell'operazione Libera Fortezza eseguita dall'Arma dei Carabinieri il 16 giugno scorso. Lo stesso Tribunale aveva già accolto le richieste in relazione alle misure cautelari personali disposte dal GIP per i fratelli Circosta e per Mariaconcetta Tibullo.

Le indagini della DDA di Reggio Calabria sono ancora in corso.

MARTEDI' 21 LUGLIO 2020