Raccolta differenziata, Tripodi replica al M5S: "Calendario provvisorio, possibile graduale perfezionamento"


"La terra è rotonda e gira. Se qualcuno non è convinto se ne faccia una ragione. Così come è necessario fare la raccolta differenziata perché diversamente il tempo ci costringerà ad osservare impotenti montagne di rifiuti per strada". Inizia così la risposta di Tripodi ai pentastellati polistenesi, che nei giorni scorsi avevano segnalato alcune criticità al nuovo calendario della raccolta differenziata porta a porta, peraltro condivisi anche da diversi cittadini.

LEGGI | Nuovo calendario raccolta differenziata, M5S ne chiede la revoca

Tripodi parla di un calendario comunque "provvisorio per la stagione estiva, che potrà sempre essere corretto in funzione dell’andamento dei livelli di raccolta e delle esigenze dei cittadini". Alla base di questa modifica una "complessiva riorganizzazione del servizio di raccolta e gestione dei rifiuti". 

"In questi anni sono stati fatti notevoli investimenti per ottimizzare la raccolta differenziata sul territorio, scegliendo di gestire internamente il servizio, eliminando dalle strade i cassonetti, potenziando il parco macchine, promuovendo campagne di sensibilizzazione e progetti per la pulizia di parchi e giardini. Ultimo in ordine di tempo, l’ammodernamento dell’isola ecologica consentirà di sviluppare gradualmente nuove pratiche premiali per i cittadini avviate con l’istituzione della ecocard che continuerà ad essere perfettamente valida per gli ingressi all’isola ecologica" scrive il primo cittadino di Polistena. 

"Non va bene - continua Tripodi - la brutta abitudine, poi diventata regola, di attendere il martedì e il sabato per piazzare sotto casa sacchi neri dove si spesso si trova di tutto. Come detto, oggi che il sistema regionale di smaltimento dei rifiuti è più fragile, continuamente sottoposto a blocchi, moratorie e rinvii, serve assumere una nuova coscienza civica che convinca i cittadini della necessità di incrementare la raccolta differenziata per promuovere buone pratiche ambientali e prevenire le emergenze rifiuti". 

Attacco che poi esula dal tema e diventa meramente politico: "Ecco perchè le posizioni sterili di contenuti che attaccano questa nostra scelta sono incomprensibili e testimoniano la grande immaturità politica di gruppi che pure siedono da anni ormai nelle massime istituzioni nazionali con risultati (scadenti) che sono sotto gli occhi di tutti". 

Tripodi ammette che su "modalità e i tempi di raccolta" saranno possibili graduali perfezionamenti, e ricorda "una prima fase concertativa con i cittadini". 

Ecco gli impegni per il prossimo futuro: "Sensibilizzeremo nei prossimi giorni le utenze domestiche, in particolare i residenti nei complessi condominiali e coloro che si recano all’isola ecologica che dovranno pure differenziare i rifiuti evitando possibilmente i sacchi neri. Inoltre a breve saranno ricollocati in alcuni punti della città i contenitori per gli indumenti usati e sperimenteremo anche i raccoglitori di olii esausti da cucina che saranno piazzati in altre strade". 

"L’Amministrazione Comunale - conclude - respinge al mittente ogni critica “da cannocchiale” che inseguendo le stelle non tiene mai conto di come funziona la realtà e dei numeri, lavorerà con determinazione, impegno ed in continuità con quanto costruito sinora in tema di tutela ambientale".

LUNEDI' 6 LUGLIO 2020