Termoscanner, barella biocontenitiva e 300 tamponi donati all'ospedale di Polistena grazie alla raccolta "SOSteniamoci"


Questa mattina, il Sindaco Michele Tripodi, accompagnato dal dott. Sandro Belvedere (responsabile del Comitato tecnico di supporto al COC) ha consegnato alla Direzione Sanitaria del Santa Maria degli Ungheresi un termoscanner per la misurazione della temperatura corporea di chiunque faccia ingresso in ospedale, una barella biocontenitiva in grado di trattare il paziente sospettato di COVID senza contaminare gli ambienti ospedalieri e 300 tamponi

"In Calabria - fa sapere il Comune di Polistena - la maggior parte delle strutture ospedaliere presenta ancora molte carenze in argomento, perciò appare necessario proseguire nelle iniziative delle comunità locali a supporto per rendere le stesse pronte in caso di ritorno della fase acuta della pandemia. Con questi propositi l’Amministrazione Comunale di Polistena ha promosso dall’inizio la raccolta fondi SOSTENIAMOCI che ha consentito di fornire un supporto concreto agli operatori sanitari dell’ospedale di Polistena. Grazie al contributo volontario di enti, associazioni, aziende, singole persone è stato possibile in questi mesi trasferire all’ospedale materiale e beni di consumo utili al personale ed ai pazienti ricoverati a protezione dai rischi coronavirus".

Oltre alla donazione odierna, erano già stati consegnati due ventilatori polmonari, pompe infusionali per terapia intensiva, mascherine, guanti, occhiali, camici e tute protettive, termometri, saturimetri, 1.000 tamponi ed altro. "Con la donazione di oggi l’importo dei fondi spesi nell’ambito della campagna SOSTENIAMOCI ammonta ad Euro 67.656,74 su una somma complessiva raccolta sinora di € 103.470,00".

Il Sindaco Michele Tripodi ha dichiarato: “L’obiettivo è continuare a battersi per il potenziamento dell’ospedale di Polistena, della sanità pubblica e della difesa del diritto alla salute, anche indipendentemente dalla gestione dell’emergenza COVID. Dobbiamo attuare il progetto di ristrutturazione che prevede un investimento di 9 milioni e mezzo e che potrà essere attivato con fondi INAIL.”

GIOVEDI' 2 LUGLIO 2020