Operazione Faust, convocato per venerdì Consiglio comunale aperto

Continuano a tenere banco in città gli strascichi dell'operazione Faust che, oltre a portare all'arresto del sindaco di Rosarno, ha anche colpito la cosca Longo di Polistena. Al centro del dibattito, politico e non solo, la presenza tra i soggetti fini ai domiciliari di tre affini del sindaco Policaro, ma anche le parole del suocero finite in una intercettazione ambientale, nella quale viene citato proprio il primo cittadino.

Intanto, nella giornata di ieri, il sindaco Policaro non si sarebbe recato alle urne per l'elezione del consiglio metropolitano, a differenza della sua maggioranza.

Dopo la levata di scudi della maggioranza - che comunque si dice certa che Policaro  "saprà valutare con senso di responsabilità la situazione e compiere le scelte più giuste nell’interesse di tutta la comunità onesta di Polistena" - e gli attacchi dell'opposizione, venerdì sarà il giorno in cui il primo cittadino riferirà in aula sulle vicende che - seppur indirettamente - lo hanno visto coinvolto.

Il Presidente Angelo Borgese ha infatti convocato per venerdì 29 gennaio, alle ore 18, una seduta straordinaria del Consiglio Comunale, aperto anche agli interventi del pubblico. L'unico punto all'ordine del giorno recita così: "Operazione Faust: plauso all’azione della magistratura e delle forze dell’ordine. Sostegno al Sindaco e all’Amministrazione Comunale a tutela della comunità onesta di Polistena nella lotta alla ndrangheta". 

Alla seduta sono invitati a partecipare i cittadini, le associazioni, i sindacati, i partiti organizzati presenti ed operanti in città, "nel rispetto delle misure di contenimento covid-19".

LUNEDI' 25 GENNAIO 2021