UpP contro Tripodi: «Ennesimo delirio di un ciarlatano e mistificatore professionista, assessori tacciono»


"Con non molto stupore e profonda amarezza, assistiamo all’ennesimo delirio di un ciarlatano e mistificatore professionista sempre alla rincorsa di una poltrona dove appoggiare la faccia". Viene definito così il vicesindaco uscente Michele Tripodi da parte dell'opposizione di Uniti per Polistena. Tripodi era intervenuto prima sui social, poi con una nota stampa, sulle numerose interrogazioni poste da parte della minoranza.

"Una persona abituata sin dal principio a mistificare la realtà o a manipolarla a suo piacimento attraverso gli insulti e le giravolte dialettiche. Siamo consapevoli che in questo periodo a livello regionale per il nostro Sindaco f.f. (facente funzioni) non sia il periodo migliore, visto che dovrà giustificarsi con il candidato presidente che lui stesso meno di un mese fa ha definito come un estraneo ad una terra come la Calabria e adesso se potesse gli darebbe la cittadinanza onoraria di Polistena pur di farlo diventare calabrese ed assicurassi un posto al sole. Sarà che forse quando si parlava di teatrini e scene, da esperto burattinaio si sia convinto che fosse il posto giusto per lui?" scrive UpP.

"Il gruppo “Uniti per Polistena”, fin dall’esito delle elezioni, ha lavorato seriamente come opposizione mettendo al centro i cittadini di Polistena che democraticamente rappresentano. Forse la democrazia è una realtà scomoda per la nostra amministrazione, abituata ad un regime stalinista".

"Risulta molto strano come alle richieste di convocazione del Consiglio Comunale (che alleghiamo nei commenti) e alle interrogazioni risponda il Sindaco f.f. su un canale social e non si dia risposte nelle sedi adeguate. Nel paese antimafia dove si respira in tutti gli angoli aria di legalità e di trasparenza, un amministratore in preda a rigurgiti di bile risponde a dei consiglieri comunali in nome e per conto del Sindaco, del Presidente del consiglio, del Segretario Comunale e dei Capi Ripartizione: “Unus pro omnibus” Uno per Tutti".

In merito alla mancata risposta ufficiale da parte degli assessori competenti, Uniti per Polistena si chiede "come mai, nonostante le capacità che dovrebbero avere per rivestire quel ruolo, tutti tacciono lasciando parlare l’unico che non è stato interpellato".

"Invitiamo - conclude UpP - il Sindaco f.f. o chi per esso, visto che è solito nascondersi sotto la gonnella della suocera, a denunciare nelle dovute sedi quanto affermato riguardo del materiale “manipolato”: saremo più che orgogliosi di dimostrare, per l’ennesima volta, la falsità di quanto da lui dichiarato. Facciamo fatica a capire come mai, invece di rispondere nel merito, si cerchi di sempre di “fare ammuina” e non affrontare le singole tematiche. Nulla! e ripetiamo Nulla! di quanto farneticato corrisponde alla realtà e noi come gruppo “Uniti per Polistena” continueremo a dimostrarlo per il bene della nostra comunità. Restiamo in attesa delle risposte Ufficiali: Polistena aspetta risposte non falsità e giravolte".

GIOVEDÌ 11 FEBBRAIO 2021