Cimici da letto: come riconoscere l’infestazione e cosa fare

Le cimici da letto possono essere un vero incubo per il nostro riposo tranquillo; per questo è importante riconoscerne la presenza e sapere cosa fare.

Le cimici da letto possono rappresentare un problema serie: non causano malattie ma il loro morso può provare diversi disturbi tra cui shock anafilattico e infezioni. Per questo è importante riconoscere i segnali della loro presenza e attivarsi per eliminarle.

cimici da letto
Come riconoscere le cimici da letto (Canva) – Polistena News.it

 

Quando si parla di cimici da letto ci sono 3 cose che è importante sapere: amano gli ambienti caldi, come il microclima che si crea sul letto con le coperte, si cibano di sangue umano e agiscono di notte Questi insetti, infatti, trascorrono la giornata nelle loro tane, poi di notte si affidano alle assi di legno del letto per raggiungere il materasso e da lì arrivare alla fonte di cibo ovvero noi.

Come anticipato prima, il morso di questi insetti non provoca malattie eppure il loro morso può essere particolarmente fastidioso provocando forte prurito e dolore, nei casi più estremi compaiono rush cutanei ed infezioni, mentre i soggetti inconsapevolmente allergici potrebbero avere uno shock anafilattico. A tutto però c’è rimedio e anche nel caso delle cimici da letto i prodotti naturali possono aiutarci.

Come riconoscere l’infestazione da cimici da letto e come risolverla

È importante, quindi, saper riconoscere un’infestazione da cimici nel letto e per farlo bisogna stare attenti ad alcuni indizi: come la presenza di gusci sulle lenzuola -ne cambiano anche 5 nell’arco della vita; tracce di sangue sul letto o la presenza sul corpo -soprattutto collo, braccia e mani- di punture che fanno più male di quelle delle zanzare; la presenza di escrementi che si presentano come macchioline nere o le uova che solitamente depositano in anfratti e che hanno forma a grappolo.

come riconoscere cimici da letto
Gusci di cimici sul letto (Canva) – PolistenaNews.it

 

Il primo rimedio possibile contro un’infestazione da cimici da letto è la prevenzione, quindi è importante cambiare le lenzuola con regolarità e ancor più pulire coprimaterasso e materasso a cadenze non troppo lontane; il coprimaterasso andrebbe lavato almeno 1 volta al mese, mentre il materasso andrebbe aspirato e lavato a secco -si può usare per esempio il bicarbonato- almeno una volta ogni 3 mesi. Per essere davvero sicuri di pulire ed eliminare l’eventuale presenza di cimici è bene sfruttare la potenza e lo shock termico provocato dal vapore.

Qualora poi ci si è accorti della presenza delle cimici è intanto necessario eliminarne la tana e per farlo bisogna affidarsi a prodotti specifici o a ditte specializzate che si occupano di questo, ma per cancellare ogni traccia e presenza di questo animaletto il consiglio migliore è quello di lavare lenzuola e coprimaterasso ad alte temperature utilizzando l’aceto.

Impostazioni privacy