Come lavare il piumone in casa: così non rischierai di rovinarlo

Quali consigli seguire su come lavare il piumone in casa per andare sul sicuro ed avere un risultato eccellente. Le cose da non tralasciare mai.

Come lavare il piumone in casa senza rovinarlo
Un piumone messo a lavare in lavatrice (Foto da Canva) – Polistenanews.it

Come lavare il piumone in casa? Con l’arrivo dei primi freddi può essere necessario rimettere a nuovo quelli che abbiamo tenuto riposti nei nostri armadi e cassettoni. Potrebbero sempre esserci delle situazioni tali da fare in modo che la polvere, l’umidità ed i cattivi odori siano riusciti a penetrare nelle protezioni che avevamo intrapreso. Fatto sta che, quando arriva la necessità di dovere agire in tal senso, è bene sapere come lavare il piumone in casa. Potremmo anche rivolgerci ad una lavanderia, ma è sempre meglio fare tutto da noi ed avere la situazione pienamente sotto controllo. Le possibilità per potere agire sono diverse, a prescindere dalla tipologia di piumone.

Come lavare il piumone in casa?

Come lavare il piumone in casa senza rovinarlo
Una lavatrice in casa (Foto da Canva) – Polistenanews.it

I vantaggi della lavanderia consistono nella possibilità di potere usufruire della possibilità di procedere con un lavaggio a secco, anche se la cosa ha un costo non indifferente. Una cosa importante da fare, se vogliamo sapere come lavare il piumone in casa, è controllare le informazioni che sono riportate sulla relativa etichetta. In base alla tipologia dello stesso (piumone con piume d’oca, sintetico, in fibre naturali e così via) vengono forniti i consigli su quale sia la tipologia più indicata allo scopo di non rovinare le nostre soffici coperte.

Poi bisogna anche accertarsi che la nostra lavatrice sia compatibile. Il peso standard di un piumone è di circa cinque chili per il singolo e di sette chili per uno matrimoniale. La lavatrice stessa dovrà essere ben pulita e manutenuta per non dare adito a delle possibili contaminazioni da muffa ed umidità. O anche solo per impedire che all’estrazione dal cestello venga avvertito quel loro sgradevole e tipico odore. Teniamo presente che un lavaggio a temperature non elevate sarà utile per preservare i tessuti.

Cosa usare per il lavaggio

Come lavare il piumone in casa senza rovinarlo
Delle palline da tennis da mettere in lavatrice (Foto da Canva) – Polistenanews.it

Per il cotone e per le fibre sintetiche il consiglio è quello di impostare tra i 30° ed i 40°, con successiva centrifuga di minimo 900 giri. Se però il piumone è molto delicato è meglio selezionare la funzione “lavaggio a mano”. Inoltre è sempre meglio evitare ammorbidenti e soprattutto candeggina, preferendo al loro posto dei detersivi delicati oppure dei metodi caserecci costituiti da aceto e succo di limone mescolati insieme. Per un rimedio che sarà in grado sia di disinfettare che di coprire l’odore forte proprio dell’aceto.

In che modo possiamo preservare l’imbottitura di un piumone nel corso di un lavaggio in lavatrice? Possiamo provare inserendo delle palline da tennis o quelle dosatrici per il detersivo nel cestello, almeno due o tre, per poi avviare il lavaggio più adatto. Questo metodo funziona grazie alla azione percussiva di questi oggetti una volta che vengono lanciati ad alta velocità nel cestino che ruota in fase di centrifuga.

Come eliminare il pelo di animali domestici

Se sulle etichette è presente un segnale con una lavatrice sbarrata l’unica cosa da fare sarà rivolgerci ad una lavanderia, oppure procedere con il lavaggio a mano. Che però richiederà necessariamente molto tempo per un piumone in casa.

Ricordiamo anche di evitare l’impiego di cloro e di capsule, oltre che dei già citati ammorbidenti e detersivi non delicati. Per finire, coloro che hanno degli animali in casa potrebbero avere dei piumoni con su fin troppi residui del loro pelo. Basta mettere una spugna in lavatrice per vederli del tutto liberati da queste tracce.

Impostazioni privacy