“Posterò le tue foto da travestito”, a Foggia arrestato padre violento

Padre violento arrestato a Foggia, da mesi minacciava e picchiava il figlio dopo il coming out del ragazzo. Vittima anche la moglie che provava a difendere il giovane ventenne.

Nella giornata di ieri 25 Settembre a Foggia un uomo di 57 anni è stato arrestato con l’accusa di violenza domestica nei confronti del figlio e della moglie. Un caso che fa molto discutere e che si unisce purtroppo ad altri casi del genere registrati negli ultimi tempi in Italia. A scatenare la furia dell’uomo sarebbe stato, infatti, il coming out del figlio ventenne.

uomo arrestato a foggia per violenza sul figlio
La caserma di Foggia (Facebook) – PolistenaNews.it

 

Non accettava l’omosessualità del figlio e per questo si scagliava nei suoi confronti coinvolgendo nelle violenze anche la moglie. Sarebbe questo il movente insensato che ha portato all’arresto di un uomo di 57 anni. Siamo a Foggia, questa volta, ma l’episodio non è isolato e anzi si immette in una scia di violenze famigliari determinate dalla non accettazione dell’omosessualità dei figli. A farne le spese sempre i giovani che con coraggio, si direbbe, si espongono al giudizio della società ed evidentemente anche familiare. Questa volta è toccato ad un giovane ventenne, il cui martirio è terminato ieri con l’arresto del padre.

Le minacce di morte e la violenza psicologica mezzo social, così agiva l’uomo

L’arresto è stato eseguito dai carabinieri del capoluogo pugliese su mandato della Procura e arriva dopo un’indagine durata 10 mesi e la necessità di diversi interventi da parte delle forze dell’ordine.

violenza domestica a foggia arrestato
Violenza a Foggia -arrestato (Canva) – PolistenaNews.it

 

“Tu sei gay, pubblicherò tutte le tue foto da travestito di Facebook. Ti renderò la vita impossibile, io ti ammazzo, ti taglio la testa“; sarebbero queste, stando alle ricostruzioni, le minacce che usava l’uovo nei confronti del figlio. Violenze psicologie a cui più volte sono seguite anche quelle fisiche. Un uomo violento e alcolizzato che non si fermava neanche di fronte alla malattia della moglie, colpendola quando la donna interveniva in difesa del figlio.

Secondo le ricostruzioni fatte fino ad ora, l’uomo scattava sempre per futili motivi, ma la situazione sarebbe peggiorata dal momento in cui il figlio ventenne ha deciso di fare coming out esprimendo il suo orientamento sessuale. Una già situazione familiare allarmante e constata in più occasioni dagli interventi delle volenti a cui ora si spera di porre definitivamente la parola fine.

Impostazioni privacy