Agguato dopo una festa: ucciso allevatore di 42 anni

L’allevatore di 42 anni, ferito a colpi d’arma da fuoco nella notte tra domenica e lunedì a Lula, in provincia di Nuoro, è morto oggi nell’ospedale dove si trovava ricoverato.

Nuoro agguato festa morto 42enne
Carabinieri (Federico – Adobe Stock) – PolistenaNews.it

Non ce l’ha fatta l’uomo di 42 anni che nei giorni scorsi era stato ferito a colpi d’arma da fuoco alla fine di una festa di paese che si stava tenendo a Lula, centro della provincia di Nuoro. Il 42enne è spirato oggi nell’ospedale dove si trovava ricoverato a causa delle gravissime ferite riportate nell’agguato.

L’uomo, secondo quanto ricostruito, era stato avvicinato dal killer, con il quale avrebbe avuto una violenta lite, poi, quest’ultimo avrebbe estratto una pistola ed esploso alcuni colpi che hanno raggiunto il 42enne all’addome. Immediatamente erano arrivati i soccorsi che hanno trasportato la vittima in ospedale, ma nulla è stato possibile per salvargli la vita. Sul caso stanno indagando i carabinieri che sono a caccia dell’assassino.

Lula, ferito a colpi d’arma da fuoco durante una festa: morto allevatore di 42 anni

Lula morto Nico Piras agguato
Ospedale (Foto da Canva) – PolistenaNews.it

Nel pomeriggio di oggi, martedì 3 ottobre, è morto Nico Piras, l’allevatore di 42 anni che era stato vittima di un agguato nella notte tra domenica 1 e lunedì 2 ottobre a Lula, piccolo comune della provincia di Nuoro, dove si stava tenendo la Cortes Apertas, manifestazione autunnale che ogni anno viene organizzata in Sardegna e durante la quale vengono aperte le corti per eventi folkloristici e gastronomici.

Piras, secondo le ricostruzioni degli inquirenti, come riportano alcune testate locali e la redazione di Fanpage, avrebbe ingaggiato una violenta lite con qualcuno che, al culmine della discussione, avrebbe estratto una pistola ed esploso alcuni colpi ferendo il 42enne: due dei proiettili lo avevano raggiunto all’addome. I soccorsi del 118 hanno trasportato d’urgenza l’uomo presso l’ospedale San Francesco di Nuoro, dove era stato sottoposto ad un intervento e poi ricoverato in terapia intensiva. I medici, però, non hanno potuto far nulla per salvargli la vita: oggi, l’allevatore è deceduto per le gravissime lesioni riportate.

Indagini dei carabinieri in corso

Del caso si stanno occupando i carabinieri della Compagnia di Bitti che, giunti sul posto insieme ai Ris, hanno avviato le indagini, coordinati dalla Procura della Repubblica di Nuoro. Gli inquirenti hanno ascoltato diversi testimoni che avrebbero assistito alla scena e pare possano essere molto vicini ad una svolta per rintracciare il presunto assassino.

Non è chiaro se l’omicidio possa essere legato al passato dell’allevatore che era già noto alle forze dell’ordine. Il 42enne, insieme alla moglie, stava affrontando un processo per l’omicidio del fratello che sarebbe stato assassinato per questioni legate all’eredità nel 2015. Dopo l’assoluzione in primo grado e la condanna in appello, i giudici della Corte di Cassazione avevano disposto un nuovo dibattimento che non si è ancora concluso.

Impostazioni privacy