Omicidio sul lungomare: ex poliziotto freddato a colpi di fucile

Un ex poliziotto in pensione di 63 anni è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco nel tardo pomeriggio di ieri a Furci Siculo, in provincia di Messina.

Furci Siculo ex poliziotto Giuseppe Catania ucciso
Ambulanza (nikhg – Adobe Stock) – PolistenaNews.it

Omicidio nel tardo pomeriggio di ieri a Furci Siculo, comune della provincia di Messina. Un ex poliziotto di 63 anni è stato assassinato a colpi d’arma da fuoco mentre si trovava sul lungomare. A sparare sarebbe stato un amico della vittima, un commerciante di 57 anni, che si sarebbe costituito ai carabinieri poco dopo il delitto.

Non è ancora chiara la dinamica dei fatti, ma pare che, poco prima dell’omicidio, sia successo qualcosa durante una partita a carte, proprio sul lungomare. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che non hanno potuto far nulla per l’ex agente di polizia, ed i carabinieri ai quali ora è affidato il compito di indagare per ricostruire nel dettaglio il drammatico episodio.

Furci Siculo, ex poliziotto ucciso sul lungomare: si è costituito il presunto assassino

Furci Siculo ex poliziotto ucciso colpi fucile
Carabinieri (mino21 – Adobe Stock) – PolistenaNews.it

Freddato a colpi d’arma da fuoco sul lungomare. È stato ucciso così Giuseppe Catania, agente della polizia di Stato in pensione di 63 anni, nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 2 ottobre, a Furci Siculo, piccolo centro in provincia di Messina.

Da quanto ricostruito al momento, il 63enne sarebbe stato avvicinato da un’auto, mentre si trovava sul lungomare, nei pressi di piazza Sacro Cuore. Dalla vettura sono partiti alcuni colpi di fucile che hanno raggiunto l’ex poliziotto da distanza ravvicinata. Catania è crollato al suolo, mentre il killer si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce.

Intervenuti sul posto i soccorsi del 118 ed i carabinieri della stazione locale. Per il 63enne, purtroppo, era ormai troppo tardi, all’equipe medica non è rimasto altro che constatarne il decesso. I militari dell’Arma hanno subito avviato le indagini per determinare la dinamica dell’omicidio ed individuare il responsabile. Poche ore più tardi, come riportano alcune fonti locali ed i colleghi di Messina Today, il presunto assassino si è presentato in caserma per costituirsi: si tratta di un commerciante di 57 anni, amico della vittima.

Cosa sarebbe accaduto

Da quanto emerso al momento, sembra che alla base dell’omicidio non vi siano motivazioni legate al lavoro di Catania, ma ragioni collegate alla sfera privata. La vittima ed il presunto assassino si conoscevano bene e pare, come scrive Messina Today, che prima del delitto sia successo qualcosa nel corso di una partita a carte. Il 57enne, a quel punto, si sarebbe allontanato dal lungomare per poi tornare armato e far fuoco contro l’ex agente di polizia. La scena potrebbe essere stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza poste in zona i cui filmati sono già al vaglio degli investigatori.

La tragedia ha lasciato sotto choc l’intera comunità di Furci Siculo e gli ex colleghi del 63enne che aveva lavorato per anni presso la Squadra Mobile di Messina.

Impostazioni privacy