Facebook e Instagram arrivano in abbonamento per l’Europa: costeranno 10€ al mese

Facebook e Instagram potrebbero diventare a pagamento per alcuni utenti che vogliono usufruire di un servizio particolare: la proposta

Facebook Instagram pagamento
Accesso a Facebook (foto Canva) – polistene.it

 

Nel mondo quasi tutti abbiamo uno smartphone e come se fosse una conseguenza anche l’iscrizione ai social network più diffusi. Buona parte della popolazione lo utilizzano per lavoro e diletto ma non mancano chi, anche con poca alfabetizzazione digitale, chiedi a figli e nipoti di aprire un account per non sentirsi fuori dal mondo.

Facebook e Instagram, pagare per non vedere la pubblicità

Facebook Instagram pagamento
Alcune app di Meta potrebbero diventare a pagamento per eliminare la pubblicità (foto Canva) – polistene.it

 

Facebook da molti era considerato morto, soppiantato da Instagram, ma i dati risalenti a luglio scorso annunciati dall’azienda dicono ben altro: sono 3 miliardi gli utenti attivi in tutto il mondo (soprattutto da Usa e Canada), ossia il 40% della popolazione.

Circa dieci anni fa, quando WhatsApp cominciò a diffondersi in Italia, il servizio era a pagamento. Il costo era davvero irrisorio, solo 89 centesimi all’anno. Successivamente è diventato gratuito. Un percorso all’inverso, dal gratuito al pagamento, potrebbero averlo le altre piattaforme che con l’app di messaggistica istantanea più scaricata al mondo fanno parte dell’universo Meta.

Secondo il Wall Street Journal Mark Zuckerberg sta pensando di far pagare 14 dollari al mese agli utenti residenti nell’Unione Europea per continuare ad avere Instagram o Facebook senza pubblicità. La proposta è stata fatta dall’azienda alle autorità di regolamentazione e nel caso dovesse diventare ufficiale spetterà poi agli utenti pagare o accettare gli annunci personalizzati.

In Europa il costo sarebbe quindi di 10 euro mensili su un desktop per un account Facebook o Instagram, ma non solo. C’è anche la possibilità di un account aggiuntivo collegato di circa 6 euro.

In realtà non è la prima volta che si parla di un’ipotesi del genere poiché già qualche settimana fa ne aveva parlato il New York Times ma senza riportare la possibilità ma la questione serpeggia da alcuni anni.

Era infatti il 2018 quando parlando all Congresso Usa, Zuckerberg aveva annunciato la possibilità di un una sorta di abbonamento per gli utenti che non vogliono vedere la pubblicità apparire sui propri schermi mentre utilizzano le app.

In quella stessa occasione aveva anche spiegato che sarebbe sempre esistita una versione libera di Facebook. Se ciò dovesse andare in porto, così come fanno alcuni influencer che erogano servizi più dettagliati ai utenti che pagano, Facebook e Instagram potrebbero anche creare una versione per i soli abbonati dove poter usufruire di altre prestazioni.

Gli abbonamenti già esistenti

Ad oggi una versione che potremmo definire premium già esiste ma serve a preservare dal furto d’identità. Si chiama Meta Verified e costa 13,99 euro al mese da desktop (16,99 euro da mobile) utile a ottenere una spunta blu che verifica l’account e servizi aggiuntivi.

“Meta crede nel valore dei servizi gratuiti supportati da annunci personalizzati“,  ha detto un portavoce dell’azienda, annunciando anche che in merito al momento non ci sono altre informazioni da condividere. La vera novità, ora, è creare Facebook e Instagram senza pubblicità.

Nella speciale classifica dei social più utilizzati, dopo Facebook troviamo YouTube con 2,29 miliardi di utenti, poi WhatApp con 1,6 miliardi e quarto posto per Instagram che conta 1,3 miliardi di iscritti.

 

Impostazioni privacy