Scomparso durante escursione in bici: ciclista trovato morto in fondo ad una scarpata

Un uomo di 73 anni, di cui si erano perse le tracce durante un’escursione in bici, è stato trovato morto nei boschi di Prato e Pistoia la scorsa notte.

Pistoia morto ciclista 73enne scomparso
Vigili del Fuoco (ChiccoDodiFC – Adobe Stock) – PolistenaNews.it

Era uscito per un giro in bicicletta, ma non è più tornato a casa e, dopo ore di ricerca, è stato trovato privo di vita in fondo ad una scarpata. Questo il drammatico destino di un uomo di 73 anni di Pistoia, il cui cadavere è stato rinvenuto ieri sera in località Eremo degli Angeli, nei pressi della Riserva Naturale Acquerino Cantagallo, tra Prato e Pistoia.

Ad individuare il corpo sono state le squadre dei vigili del fuoco e del Soccorso Alpino e Speleologico che hanno battuto la zona, dopo l’allarme lanciato dai familiari dell’anziano. I soccorritori hanno aggiunto il punto in cui l’uomo era terminato e, constatato il decesso, hanno avviato le operazioni per il recupero della salma. L’ipotesi è quella che il 73enne sia stato colto da un malore che lo ha fatto precipitare nel burrone.

Pistoia, 73enne scomparso durante escursione: trovato morto in una scarpata

Pistoia trovato morto scarpata
Soccorsi (Foto da Canva) – PolistenaNews.it

Si sono concluse tragicamente dopo poche ore le ricerche dell’uomo di 73 anni, scomparso nel pomeriggio di ieri, domenica 8 ottobre, durante un giro in mountain bike nei boschi tra Prato e Pistoia.

Il 73enne di Pistoia, secondo quanto ricostruito, come riporta la redazione de La Nazione, era uscito di casa per fare un’escursione in bici, ma il suo mancato rientro ha preoccupato i familiari che hanno subito contattato i soccorsi. Dopo la segnalazione, sono scattate le ricerche condotte dai vigili del fuoco e dal personale del Soccorso Alpino e Speleologico della Toscana.

Le squadre hanno setacciato la zona trovando prima la vettura parcheggiata dell’anziano e successivamente la bici. Poco più tardi, intorno alla mezzanotte, è stato individuato il cadavere che giaceva in fondo ad una scarpata nelle vicinanze della Riserva Naturale Acquerino Cantagallo, in località Eremo degli Angeli. A quel punto, i soccorritori si sono calati nel burrone potendo solo constatare il decesso del 73enne.

L’ipotesi

Dopo la constatazione del decesso ed il nullaosta, sono state avviate le operazioni per recuperare la salma, non senza difficoltà considerata la zona impervia. Dai primi accertamenti, sembra che il 73enne, mentre percorreva un sentiero, sia stato colto da un malore improvviso che gli avrebbe fatto perdere l’equilibrio facendolo precipitare nella scarpata.

Impostazioni privacy