Sta succedendo al pianeta Mercurio: la scoperta degli esperti

Che cosa sta accadendo più vicino al Sole, con una scoperta su Mercurio che ha lasciato tutti stupiti. Parlano i dati ufficiali registrati nel corso degli ultimi anni.

Scoperta su Mercurio conferma che il pianeta si sta rimpicciolendo
Rappresentazione di Mercurio (Foto Canva) – Polistenanews.it

Una scoperta su Mercurio compiuta nel corso delle ultime settimane ha spiazzato gli esperti in ambito di astronomia. A cominciare dagli autori delle osservazioni che hanno messo in risalto quello che sta accadendo a quello che è il pianeta più vicino al Sole tra gli otto principali annoverati nel Sistema Solare. Il quale, per dimensioni, è molto prossimo ai valori della nostra Luna e raggiunge una grandezza pari a circa un terzo di quella della Terra.

Ebbene, a quanto pare la scoperta su Mercurio riferisce del fatto che questo corpo celeste sarebbe attualmente coinvolto in un processo tale da farlo diventare via via sempre più piccolo. La cosa starebbe durando da miliardi di anni e risulterebbe essere irreversibile. Gli scienziati che si sono accorti di questo aspetto hanno anche già pronta una spiegazione plausibile alla quale potere ricondurre questa insolita situazione. La risposta sarebbe racchiusa all’interno dello stesso Mercurio.

Scoperta su Mercurio, perché sta diventando sempre più piccolo

Scoperta su Mercurio conferma che il pianeta si sta rimpicciolendo
Dettaglio di Mercurio (Foto Canva) – Polistenanews.it

Nonostante sia vicino appena 58 milioni di chilometri dal Sole (praticamente un terzo di quella che è invece la distanza tra la nostra stella e la Terra) pare proprio che il suo nucleo stia conoscendo una dispersione di calore con relativo restringimento. Se ne parla sulla rivista specializzata di settore “Nature Geoscience”, che cita lo studio firmato dagli esperti della Open University della britannica Milton Keynes University.

Dal 1974 – anno in cui avvenne il sorvolo della prima sonda inviata dalla Terra, la Mariner 10 – ad oggi è stato misurato che la riduzione del raggio di Mercurio è stato pari addirittura a 7 km. Il che è un valore enorme confrontato ad esempio ad altri fenomeni naturali come l’allontanamento progressivo della Luna dalla Terra, che è invece pari a 2 centimetri all’anno. Ulteriori rilevazioni sono state compiute dalla sonda Messenger tra il 2011 ed il 2015, anno in cui la stessa si è schiantata sulla superficie del pianeta.

Scoperta su Mercurio conferma che il pianeta si sta rimpicciolendo
Il Sistema Solare (Foto Canva) – Polistenanews.it

Ed ora ci si aspetta di scoprirne di più con la prossima missione coordinata dall’Agenzia Spaziale Europea e da quella giapponese. La sonda BepiColombo raggiungerà infatti Mercurio ad inizio 2026 dopo un viaggio di sette anni. Allungato dalla necessità di dovere procedere seguendo una traiettoria ottimale che venga influenzata il meno possibile dalla interferenza gravitazionale del Sole. La quale diventa sempre più forte in quella porzione di spazio e man mano che ci si avvicina allo stesso.

Impostazioni privacy