Aggredito da un detenuto in carcere: ferito agente di Polizia Penitenziaria

Ieri pomeriggio nel carcere di Rossano, in provincia di Cosenza, un agente della Polizia penitenziaria è stato aggredito da un detenuto: trasportato in ospedale.

Rossano agente Penitenziaria aggredito detenuto
Polizia Penitenziaria (Massimo Todaro – Adobe Stock) – PolistenaNews.it

Un agente della Polizia penitenziaria è stata aggredito da un detenuto che gli ha provocato lesioni e contusioni ad un braccio e ad un orecchio. L’episodio è avvenuto all’interno della Casa circondariale di Rossano, in provincia di Cosenza.

L’uomo avrebbe provato a coinvolgere anche gli altri detenuti del reparto media sicurezza che sono stati fermati dall’intervento degli agenti in servizio presso il carcere. A riportare quanto accaduto è stato il sindacato Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) che ha denunciato nuovamente le condizioni delle strutture presenti in Calabria richiedendo un intervento urgente per il sistema penitenziario.

Rossano, agente di Polizia penitenziaria aggredito in carcere: 7 giorni di prognosi

Rossano aggredito agente Polizia Penitenziaria
Carcere (Foto da Canva) – PolistenaNews.it

Nel pomeriggio di ieri, lunedì 9 ottobre, si è consumata un’aggressione all’interno nella Casa circondariale di Rossano, in provincia di Cosenza. Un sovrintendente di Polizia penitenziaria è stato aggredito da un detenuto nel reparto media sicurezza. A denunciare la vicenda è stato il sindacato Osapp.

Secondo quanto ricostruito, come riporta l’agenzia Ansa, un detenuto di origini calabresi si sarebbe scagliato contro l’agente cercando anche di coinvolgere le altre persone presenti nel reparto. Fondamentale l’intervento del personale penitenziario che, con professionalità, è riuscito a calmare gli animi. L’agente ferito è stato trasportato in ospedale a Rossano, dove sono state riscontrate lesioni e contusioni ad un braccio e all’orecchio, giudicate guaribili in sette giorni. Dopo le cure del caso, è stato subito dimesso.

La denuncia dell’Osapp

Non si tratta di un episodio isolato, sono diverse le aggressioni registratesi negli istituti penitenziari della regione. Il segretario generale aggiunto del sindacato, Pasquale Montesano, ha spiegato come le strutture calabresi siano carenti definendo “al collasso” il sistema penitenziario della regione. Qui, secondo il segretario generale, si verificherebbero numerosi reati ed alcune carceri sarebbero divenute vere e proprie piazze di spaccio di sostanze stupefacenti. “La Regione – ha proseguito, come riporta Ansaha la necessita di avere una presenza dello Stato più massiccia e non essere università della criminalità organizzata“.

Per queste ragioni, sono state chiesti degli interventi da parte della politica da Montesano che ha concluso facendo un plauso al personale della Polizia penitenziaria.

Impostazioni privacy