L’abbonamento Netflix aumenterà ancora? Cosa si vocifera

L’abbonamento Netflix aumenterà ancora? Vediamo quali possono essere gli scenari per quanto riguarda il colosso dello streaming, che nell’ultimo anno ha fatto molto parlare di sé per le decisioni non condivise dagli utenti. 

Netflix aumento del prezzo cosa può succedere
Netflix (pixabay) (polistena news)

Netflix continua a far parlare di sé per la propria politica dei prezzi. Come ricorderete, ormai da tempo il colosso della streaming ha deciso di combattere i profili condivisi e sta spingendo affinché gli utenti sottoscrivano nuovi abbonamenti, dunque obbligandoli a compiere un gesto che sino a poco tempo prima era facilmente raggirabile con la password condivisa a parenti ed amici. Per ottenere maggiori ricavi, la scelta impopolare ha causato l’effetto contrario, con moltissime persone che hanno deciso di disdire e virare altrove per risparmiare.

Oltre a ciò, ultimamente sta prendendo corpo anche la possibilità che i prezzi possano nuovamente aumentare: anche questa scelta non è stata presa bene dai clienti, i quali rischiano di diminuire ancora di più se la ‘guerra’ messa in atto dall’azienda dovesse andare sino in fondo. Come rivela ‘punto-informatico.it’, nel mirino ci sarebbe un rincaro del piano Standard, comprendente tra l’altro la pubblicità, attualmente disponibile a 5,49 euro al mese.

L’abbonamento Netflix aumenterà ancora? L’ipotesi

Netflix aumento del prezzo cosa può succedere
Netflix (pixabay) (polistena news)

La notizia è stata rivelata dal ‘Wall Street Journal’, secondo cui alcune fonti certe avrebbero rivelato le nuove intenzioni del servizio di streaming noto in tutto il mondo, che negli anni ha spopolato alla grande grazie non solo ai propri contenuti originali ma per il catalogo abbondante e sempre aggiornato. Ora, cambiando alcune considerazioni da diversi mesi a questa parte, non sembra più quell’idea rivoluzionaria che ha incantato milioni di utenti, pronti a disdire nuovamente in massa se l’annuncio dovesse confermare le indiscrezioni.

Come già accaduto con il divieto ai profili condivisi, i primi a sperimentare l’aumento di prezzo potrebbero essere Stati Uniti e Canada, passando via via a tutto il mondo che ha già preparato l’offensiva. L’obiettivo è ovviamente quello di monetizzare il più possibile, già avviato con l’obbligo del nucleo domestico che ha costretto molte famiglie ed amici a prendere delle scelte difficili.  

L’abbonamento Netflix aumenterà ancora, le conseguenze

E come riporta il sito, anche Prime Video di Amazon potrebbe apportare qualche cambiamento dal 2024, con un abbonamento extra che escluderebbe la pubblicità dalla visione dei contenuti. Dunque, la scelta dettata da Netflix sembra una netta presa di posizione che fa parte di un piano decisamente più vasto, in cui rientrerebbe anche Spotify, che proprio ultimamente ha deciso di alzare il prezzo dei propri abbonamenti premium.

In conclusione, non si tratterebbe solo di un capriccio ma di una necessità causate principalmente dal covid, che inevitabilmente ha scosso il mercato creando enormi disagi in questo ultimo triennio. Come ben sappiamo, le problematiche emerse dal 2020 in poi si riflettono sulla vita di tutti i giorni, non solo per i beni di prima necessità ma anche per gli sfizi come questi, che necessariamente si adeguando al passo dei tempi e non può essere altrimenti. In attesa di news in tal senso, non resta che attendere notizie ufficiali con buona pace di tutti i fruitori, i quali devono incassare il colpo e decidere se andare avanti o meno con questi servizi in esclusiva.

Impostazioni privacy