Bollo auto: qual è la scadenza e come verificare i pagamenti

Al bollo auto devono ottemperare tutti i proprietari del mezzo: cosa c’è sapere e come mettersi in regola in caso di mancato pagamento

Bollo auto, tutti i dubbi
Bollo auto, cosa sapere (polistenanews.it)

Il bollo auto è una delle tasse più odiate in Italia perché legata al possesso del mezzo e non al suo utilizzo. Infatti anche chi ha un veicolo fermo in garage che non utilizza mai, deve comunque provvedere ogni anno a coprire questa spesa.

Bollo auto, le differenze in base alla classe

Calcolo tassa di possesso
Tassa di possesso, come si calcola (polistenanews.it)

Si tratta di una tassa gestita dalle Regioni e dalle province autonome di Bolzano e Trento. Soltanto in altre due, Friuli Venezia Giulia e Sardegna è gestita dall’Agenzia delle Entrate. Vediamo quanto bisogna pagare, quando scade e quali sono le differenze di trattamento in base all’auto.

Il calcolo è legato a più fattori, la potenza del veicolo e il suo impatto ambientale. Indicativamente possiamo dire che i mezzi Euro 0 pagano 3 euro a kW fino a 100 kW (per ogni kW oltre 100 kW si pagano 4,5 euro), quelli Euro 1 costano 2,9 euro a kW fino a 100 kW (per ogni kW oltre 100 kW si pagano 4,35 euro) mentre per i mezzi Euro 2 si pagano 2,8 euro a kW fino a 100 kW (per ogni kW oltre 100 kW si pagano 4,2 euro).

Ancora, per i veicoli Euro 3 si pagano 2,7 euro a kW fino a 100 kW (per ogni kW oltre 100 kW si pagano 4,05 euro). Infine per i veicoli meno inquinati, Euro 4-5-6 il costo è di 2,58 euro a kW fino a 100 kW (per ogni kW oltre 100 kW si pagano 3,87 euro).

Collegandosi al sito dell’Aci, Automobile Club d’Italia, tramite il software è possibile effettuare calcolo del bollo. Bisogna solo inserire i dati relativi al tipo di pagamento – se si tratta di prima immatricolazione o rinnovo – la regione di residenza, la tipologia di veicolo e la targa.

Scadenze

Il pagamento deve avvenire entro l’ultimo giorno del mese seguente a quello di scadenza. Se l’auto è nuova bisogna provvedere entro la scadenza del primo mese di immatricolazione. In caso di auto usata, se il bollo è scaduto prima del passaggio di proprietà, chi ne risponde è il proprietario precedente.

Le modalità di pagamento sono diverse, tramite la piattaforma digitale PagoPA. È prevista una riduzione dell’importo che varia da regione a regione per le auto a gas mentre per le elettriche c’è l’esenzione nei primi cinque anni. Dal sesto è prevista una riduzione, diversa da ogni regione e sempre in base ad essa è possibile usufruire di sconti nel caso di soggetti diversamente abili.

Impostazioni privacy