Orrore in un’abitazione: uccide la madre, ferisce il padre a colpi d’accetta e si suicida

Un uomo di 32 anni, nel pomeriggio di oggi a Latiano, in provincia di Brindisi, ha ucciso la madre e ferito il padre a colpi d’accetta, poi si è tolto la vita.

Carabinieri
Carabinieri (Polistenanews.it)

Dramma familiare a Latiano, in provincia di Brindisi, dove un uomo di 32 anni ha ucciso la madre, ferito gravemente il padre e subito dopo si è tolto la vita. La tragedia è avvenuta oggi pomeriggio in un appartamento di via Torre Santa Susanna.

Dalle prime informazioni sul caso, pare che il 32enne abbia avuto una discussione con i genitori, al culmine della quale avrebbe impugnato un’accetta e aggredito entrambi colpendoli varie volte. Poco dopo, si è gettato dal terrazzo dell’abitazione piombando al suolo dopo un volo di diversi metri. A lanciare l’allarme è stato il padre, riuscito a sottrarsi all’aggressione. Quando sul posto sono arrivati i sanitari, per il giovane e la madre non c’era più nulla da fare, mentre il padre è stato trasportato in ospedale. Ora sul caso stanno indagando i carabinieri.

Latiano, dramma familiare: 32enne uccide la madre, ferisce il padre a colpi d’ascia e si suicida

Carabinieri e ambulanza
Carabinieri e ambulanza (Polistenanews.it)

Orrore nel pomeriggio di oggi, martedì 24 ottobre, in un’abitazione di Latiano, centro della provincia di Brindisi. Un uomo di 32 anni, Mirco De Milito, ha aggredito i genitori uccidendo la madre e ferendo gravemente il padre, prima di suicidarsi.

Ancora non è stata chiarita le dinamica di quanto accaduto nell’appartamento sito in via Torre Santa Susanna, ma stando alle prime informazioni, apprese dalla stampa locale e dai colleghi de Il Messaggero, De Milito avrebbe ingaggiato una lite con la madre ed il padre, poi, durante la discussione, avrebbe impugnato un’accetta e colpito varie volte entrambi. Infine, ha deciso di togliersi la vita lanciandosi dal terrazzo al secondo piano.

Il padre, rimasto ferito gravemente, è riuscito a chiamare il numero unico per le emergenze chiedendo aiuto. Immediatamente, presso l’abitazione sono intervenuti i soccorsi del 118 ed i carabinieri. Per Mirco e la madre, era ormai troppo tardi: per entrambi è stato possibile solo dichiararne la morte. Il padre è stato, invece, soccorso e trasportato d’urgenza in ospedale, dove ora si trova ricoverato non in pericolo di vita.

I carabinieri indagano sull’accaduto

I militari dell’Arma hanno, invece, provveduto ai rilievi e stanno indagando per determinare la dinamica dei fatti e chiarire le ragioni che avrebbero spinto il 32enne a compiere il gesto. Si ipotizza che la lite possa essere scaturita per alcune frizioni che vi erano tra quest’ultimo ed i genitori.

Il dramma ha sconvolto tutta la comunità locale di Latiano, dove si è subito diffusa la notizia di quanto accaduto intorno alle 17.

Impostazioni privacy