La nuova scoperta sulla Luna che riscriverebbe la storia

La nuova scoperta sulla Luna: scopriamo le affascinanti peculiarità del nostro satellite. Stando a nuovi studi, la Luna ci nasconderebbe tantissimi segreti da svelare. 

Luna età nuovi studi nuove scoperte
Luna ripresa spazio (polistena)

La Luna, il nostro unico satellite che accompagna la Terra da millenni, continua ad ispirare e incuriosire gli scienziati e non. Il corpo celeste che vediamo spesso e volentieri nel nostro cielo, cela segreti inconfessabili che vorremmo conoscere nel più breve tempo possibile, molti dei quali probabilmente non scopriremo mai nel corso dell’intera esistenza dell’umanità. Come riporta ‘tgcom24’, alcuni recenti studi avrebbero portato alla luce delle novità davvero interessanti: la Luna, infatti, sarebbe più vecchia di 40 milioni di anni rispetto a quanto appurato sino a questo momento. La nuova età potrebbe attestarsi attorno ai 4,46 miliardi di anni, una data che risulterebbe dalle analisi dei cristalli presi durante la Missione Apollo 17, avvenuta nel 1972.

La nuova scoperta sulla Luna: nuova età?

Luna età nuovi studi nuove scoperte
Luna ripresa spazio (polistena)

Sull’origine si discute ancora sulle numerose ipotesi azzardate nei decenni, tra cui la possibilità che sia nata attraverso una collisione tra la Terra e un altro pianeta, che ha così permesso la formazione in poche ore dell’attuale satellite che conosciamo. Gli effetti sulla nostra vita sono diversi, visto che stabilizza l’asse di rotazione del pianeta e determina le maree. E proprio in considerazione delle conseguenze della collisione, gli esperti hanno appurato che alcuni dei cristalli raccolti non sono altro che magma lunare raffreddatosi nel corso dei millenni, ora tra noi per spiegarci alcune delle evoluzioni geologiche che ha subito la romantica luna nel corso della suo ciclo vitale.

La nuova scoperta sulla Luna, cosa stanno scoprendo gli scienziati

Per appurarne l’età, gli studiosi hanno usato la tomografia a sonda atomica, come spiegato dalla responsabile del progetto Jennika Greer: “Per cercare di capirne di più, abbiamo prelevato un campione lunare e lo abbiamo assottigliato fino ad appuntirlo. Utilizzando un laser, abbiamo fatto in modo di far evaporare gli atomi e la velocità con cui si sono mossi ci hanno fornito numerose indicazioni, tra cui – appunto – l’età e altre informazioni che stiamo valutando”. In questo modo, il team che ha lavorato per cercare di capire gli ultimi segreti della Luna, sta aspettando di concludere tutti gli esami in essere per ottenere sempre più dati. 

Impostazioni privacy