Femminicidio in provincia di Firenze: uccisa a 35 anni a colpi di pistola

Gli episodi di violenza verso le donne continuano senza sosta. L’ultima vittima è stata una donna albanese di 35 anni in Toscana. È stato ritrovato anche il marito, che si è suicidato.

Femminicidio Klodiana, ritrovato il marito
Klodiana lavorava come cameriera -(Foto da Instagram)-Polistena News

 

Altro triste episodio di femminicidio, questa volta a Castelfiorentino, comune in provincia di Firenze, dove un uomo di 44 anni ha ucciso la moglie sparandole due colpi di pistola, uno dei quali alla gola della povera donna.

I due vivevano insieme nello stesso appartamento con i loro figli adolescenti, un ragazzo di 17 anni e una ragazza di 14. Tuttavia, i rapporti familiari non erano affatto buoni. Vivevano da separati in casa, situazione che non andava affatto bene alla famiglia dell’uomo, Alfred Vefa.

Le Forze dell’Ordine hanno iniziato ad ascoltare i ragazzi, che hanno ammesso il rapporto non proprio tranquillo tra i loro genitori. Il figlio è stato svegliato dai rumori del padre mentre cercava nella casa la pistola, una 7.65, che poi ha utilizzato per commettere l’omicidio.

Le testimonianze di chi conosceva Vefa

Femminicidio Klodiana, ritrovato il marito
Marito ritrovato morto a pochi metri dall’auto-(Foto da Instagram)-Polistena News

 

La vittima di questo femminicidio è Vefa Klodiana, una donna albanese di 35 anni con regolare permesso di soggiorno, lavorava come cameriera ed era molto apprezzata da tutti coloro che la conoscevano. “Era una lavoratrice instancabile, è riuscita persino a separarsi da un uomo violento”, ha dichiarato una testimone. L’omicidio è avvenuto poco dopo le 20 e diversi testimoni hanno udito gli spari della pistola. Nonostante l’intervento del servizio di emergenza 118, la donna è stata uccisa a pochi metri dalla sua abitazione.

Non è mancato l’intervento del sindaco del comune di Castelfiorentino, Alessio Falorni, che attraverso i social ha voluto esprimere il suo dolore e quello di tutti i suoi cittadini , dichiarando il lutto cittadino per il giorno dei funerali della donna.

È stato ritrovato anche il marito

Dopo la fuga, i Carabinieri hanno immediatamente avviato la ricerca dell’uomo, il quale si era dato alla fuga subito dopo l’omicidio. Stamattina, verso le 4, un passante lungo una strada ha contattato la stazione dei Carabinieri di Castelfiorentino dopo aver notato un’auto grigia Golf ferma sulla strada. A pochi metri di distanza si trovava il corpo di Alfred Vefa, deceduto. L’uomo si è suicidato con la stessa arma con cui ha ucciso la moglie. Domani verrà eseguita l’autopsia sul corpo della povera donna.

Inoltre, i militari hanno constatato che il telefono cellulare era spento, quindi non poteva essere rintracciato dai figli. Secondo quanto emerso dalla ricostruzione dei Carabinieri, Alfred non aveva soldi con sé e, dopo aver vagato nei paesi circostanti di Castelfiorentino, si è tolto la vita. Ieri è stata eseguita l’autopsia sul corpo della povera donna.

Impostazioni privacy