Bere vino al ristorante costa sempre di più: a quanto ammontano i rincari

Il vino durante i pasti è tradizione nostrana antica. Che purtroppo ad oggi, a causa di prezzi troppo proibitivi, è sempre più difficile.

vino perché sono saliti i costi
Mescita del vino (Foto da Pixabay) – polistenanews.it

La cena fuori è un momento in cui si festeggia un’occasione o semplicemente il desiderio di uscire dall’ambito casalingo e prendere un po’ d’aria. Ed il vino durante la cena è un corollario perfetto. La bottiglia scelta è l’elemento che maggiormente può spostare il conto finale. Una bottiglia al ristorante può costare dai 15 euro a centinaia di euro. con le dovute conseguenze. Il vino in Italia è una tradizione. Quindi qualcosa che accompagna il pasto, ma che non può diventare il centro del pasto.

I prezzi del mercato del vino italiano negli ultimi anni hanno subito un’impennata pazzesca. Con la conseguenza che chi non può permetterselo, o si nega il piacere, o si rivolge ad una fetta di mercato economica ma davvero poco autentica. E soprattutto dannosa, con l’aggiunta di additivi chimici e solfiti in eccesso. L’Italia e la Francia sono i Paesi nel mondo che vantano la maggiore produzione di vini di qualità. Ed è un paradosso che proprio a casa propria, un cittadino italiano debba pagare una bottiglia quanto all’estero.

Qual è il meccanismo per cui il vino è aumentato

vino perché sono saliti i costi
Wine bar (Foto da Pixabay) – polistenanews.it

Senza dubbio i rincari degli ultimi anni sono dovuti anche all’aumento delle spese come carburante ed altro. Ma non solo. Il mercato globalizzato ha fatto sì che la maggior parte dei produttori di qualità venda buona parte della propria produzione all’estero anziché mantenerlo per il consumo interno. Questo per un discorso di convenienza economica. Dato che molte di queste bottiglie si trovano anche online, il commercio per eccellenza dove la distanza e la prossimità non hanno alcun valore, i produttori stessi adattano i prezzi alla fonte a quelli del mercato internazionale. E questo è solo il primo passaggio.

Poi la filiera passa un altro step. Quello della distribuzione, che fa arrivare facilmente i vini nei punti vendita come enoteche e ristoranti. Ed anche questo passaggio contribuisce a far salire di più il prezzo. Ed infine il ricarico dei ristoranti.

Il ricarico dei ristoranti

Un vino è sempre stato molto più caro al ristorante. Per esigenze interne, compreso il personale, la bottiglia parte con un aumento del 300% rispetto al prezzo di acquisto, per arrivare anche al 400%. Questo, sommato a tutti i passaggi precedenti, ha fatto arrivare il costo di una bottiglia di vino per una cena fuori a dei prezzi davvero impensabili fino a qualche anno fa.

Complice anche la pandemia, quando mangiare fuori era diventato impossibile ed i ristoratori lanciavano l’allarme per la loro attività. Ma ormai di tempo ne è passato, e comprendendo anche deroghe e tavoli all’aperto, i ristoratori dovrebbero aver ampiamente compensato le perdite del 2020. Andando avanti di questo passo, andare a cena fuori e gustare una bottiglia o un bicchiere di vino, diventerà un privilegio di una fascia davvero ristretta della popolazione.

Impostazioni privacy