Donna uccisa a coltellate in un complesso residenziale: è caccia al killer

Proseguono le indagini sull’omicidio della donna di 78 anni, trovata ieri senza vita vicino il vano ascensore di un complesso residenziale a Ca’ Acquabona, frazione di Rimini.

Ca' Acquabona omicidio donna uccisa coltellate
Polizia Scientifica (ChiccoDodiFC – Adobe Stock) – PolistenaNews.it

Emergono nuovi dettagli sull’omicidio avvenuto nella mattinata di ieri a Ca’ Acquabona, frazione di Rimini, dove una donna di 78 anni è stata trovata senza vita, riversa al suolo nei pressi del vano ascensore di un complesso residenziale, dove abitava. La 78enne sembra stesse rientrando quando sarebbe stata aggredita e uccisa con diverse coltellate, almeno 17.

La scoperta è stata fatta dalla nuora dell’anziana, che vive nello stesso complesso. La donna ha subito lanciato l’allarme e sul posto si sono precipitati i soccorsi, gli agenti della Squadra Mobile e gli uomini della Scientifica. Le forze dell’ordine hanno svolto tutti i rilievi ed ora stanno cercando di capire chi possa aver ucciso la 78enne e per quale motivo. Il killer si sarebbe dileguato subito dopo il delitto ed è tuttora ricercato.

Rimini, donna trovata morta in un palazzo: colpita con almeno 17 coltellate

Rimini omicidio donna trovata morta
Polizia (cineberg – Adobe Stock) – PolistenaNews.it

Stava rientrando a casa, nel suo appartamento sito in un complesso di via del Ciclamino a Ca’ Acquabona, frazione di Rimini, quando è stata aggredita e colpita con diverse coltellate. Sarebbe stata uccisa così Pierina Paganelli, di 78 anni.

L’anziana è stata trovata ormai priva di vita e riversa al suolo, in una pozza di sangue, dalla nuora che abita nello stesso complesso. Il ritrovamento ieri mattina, mercoledì 4 ottobre, vicino il vano ascensore a poca distanza dalla rampa d’accesso che conduce ai garage del palazzo.

Sul posto, la Polizia e la Scientifica hanno condotto i rilievi per determinare la dinamica del delitto che ad ora rimane un vero e proprio giallo. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, come riporta la redazione de Il Resto del Carlino, l’agguato sarebbe avvenuto la sera precedente, quando Pierina, dopo aver preso parte ad una funzione religiosa a Bellariva di Rimini, era rientrata a casa. L’anziana aveva parcheggiato la propria vettura in garage, poi, mentre si dirigeva verso le scale per rientrare nel suo appartamento, sarebbe stata aggradita brutalmente. Il killer l’avrebbe colpita con almeno diciassette fendenti. Pierina avrebbe provato a difendersi, ma non ha avuto scampo.

Il figlio vittima di un’aggressione nei mesi scorsi

Ora gli inquirenti stanno cercando l’assassino che, dopo l’omicidio, avrebbe fatto perdere le sue tracce. Si sta cercando di risalire anche al movente dietro il feroce delitto. Non è chiaro se vi possa essere un collegamento con la violenta aggressione subita dal figlio della vittima, marito della donna che ha scoperto il cadavere. Il 53enne, ad oggi ricoverato ancora in ospedale, lo scorso 7 maggio, sarebbe stato sorpreso, mentre andava a lavoro in bicicletta, e picchiato selvaggiamente. L’uomo è stato trovato in fin di vita dal alcuni passanti.

Impostazioni privacy