Intossicazione da funghi: famiglia si salva per il rotto della cuffia

Una famiglia di Taurianova ha vissuto una terribile esperienza con annessa intossicazione con dei funghi velenosi scambiati per buoni

Intossicazione da funghi, mazze di tamburo
Intossicazione da funghi, mazze di tamburo (Polistenanews.it)

Giornata infernale per una famiglia calabrese residente a Taurianova. Padre, madre e figlio, infatti, sono stati sottoposti ad urgentissime cure da parte del pronto soccorso più vicino alla cittadina. Al momento i tre pazienti sono stati fortunatamente dichiarati fuori pericolo, ma all’inizio della vicenda la situazione non sembrava dare ampie speranze per tutta la famiglia. Al momento i tre sono ancora trattenuti in osservazione, a breve verranno rimandati a casa.

Ma cosa è successo esattamente a questa piccola famiglia? Inizialmente la notizia non era chiara, i tre avevano semplicemente cercato l’aiuto del pronto soccorso per un apparente stato di intossicazione. La realtà dell’avvelenamento è stata chiara successivamente. La famiglia in questione, sul loro terreno, coltiva una piccola piantagione di ulivi.

Famiglia di Taurianova rischia la vita per intossicazione da funghi

Intossicazione da funghi, cestino
Intossicazione da funghi, cestino (polistenanews.it)

Tra le radici di questi fantastici alberi si possono spesso trovare molti frutti della terra come funghi, cicoria e asparagi. È tanta infatti la gente che, soprattutto in questo periodo dell’anno, si dirige nelle zone boschive, per fare una bella raccolta di funghi. L’odore di terra umida che accompagna queste piacevoli passeggiate nella natura apre i polmoni ed è consigliata da molti medici. Un’ottima cura contro lo stress della vita quotidiana. E come se non bastasse, se si ha fortuna si arriva a sera con la prospettiva di fare una bella scorpacciata di funghi.

Probabilmente per la famiglia protagonista di questo spiacevole evento, la storia non è stata piacevole come l’abbiamo prospettata noi della redazione di Polistena news. Quando sono arrivati in pronto soccorso tutti e tre sono stati subito presi sotto le dovute cure. I medici, visti i sintomi, hanno subito espresso la diagnosi di intossicazione alimentare, probabilmente dovuta dai funghi e che avevano mangiato.

Cosa sono le mazze di tamburo

Ma come per i serpenti, se non si ha una chiara idea del veleno a cui il corpo è stato sottoposto, non si può fare molto. Un importante aiuto nell’intera questione, l’ha quindi dato la micologa Marcella Palermo, dell’ospedale di Polistena.

La tragedia è stata evitata solo grazie a lei e alla squadra di medici ed infermieri che si sono subito dedicati al caso. Il fungo assunto era il “Clorophyllum Molybditus”, spesso scambiato per le classiche e saporite “Mazze di tamburo”. Prendete esempio dalla brutta esperienza di questa povera famigliola. I funghi mangiateli solo dopo aver avuto la conferma certa della loro qualità. Non scherzate con la vostra salute.

Impostazioni privacy