Scommesse, l’ex portiere denuncia: “Puntavo con giocatori di serie A”

Scommesse, l’ex portiere denuncia: ecco chi scommetteva con lui, profili importanti che ora rischiano molto. 

Calcio scommesse ammissione Paoloni chi è coinvolto
Calcio scommesse schedina campo (Polistena)

Il nuovo filone del calcio scommesse sta scombussolando per l’ennesima volta il calcio italiano. La Serie A – e non solo – è nuovamente in preda a dei possibili ribaltoni che coinvolgono la giustizia sportiva, che in questi giorni sta lavorando duramente per capire quanto è grave il nuovo problema calcistico e sociale del nostro paese. In attesa di capire quali saranno le responsabilità e le eventuali condanne ai danni di Tonali, Fagioli e Zaniolo, si rischia di andare incontro a squalifiche importanti e non solo.

Negli ultimi giorni si è parlato spesso su chi possono essere coinvolti, con alcuni nomi gettati nel calderone mediatico ma respinti con forza dai diretti interessati: i vari Zalewski, Barella ed El Shaarawy sono stati accostati ma hanno deciso di passare alle vie legali per tutelarsi. In tutto questo, sono in corso le indagini e gli accertamenti del caso per determinare i passi da portare avanti per spezzare questo giro di affari illegali.

Scommesse, l’ex portiere denuncia: fuori i nomi

Calcio scommesse ammissione Paoloni chi è coinvolto
Calcio scommesse schedina campo (Polistena)

Dopo le dichiarazioni di Corona, ora tocca all’ex portiere Marco Paoloni dire la sua su quanto accaduto nel recente passato. L’estremo difensore, uno dei giocatori indagati anni fa nel vecchio filone, ad “Avanti Popolo” su Rai 3 ha dichiarato di aver scommesso con diversi calciatori che giocano ancora in Serie A e con membri che fanno parte della federazione. Paoloni, che all’epoca era il portiere della Cremonese e che ha giocato diverse partite in Serie B, nel 2011 è stato indagato e poi radiato dalla FIGC. Il suo nome è stato associato al caso del sonnifero somministrato nelle bottigliette d’acqua dei compagni, un modo per condizionare uno dei tanti risultati combinati in quel periodo.

Scommesse, l’ex portiere denuncia: parla Paoloni

Sempre al programma della Rai, riportato poi da ‘letto.it’, Paoloni ha rivelato di aver giocato 600 mila euro in 3 anni, una somma notevole nonostante vantasse uno stipendio da 200 mila. Anche in questo caso ha ammesso che era tutto organizzato dalla malavita, un modus operandi simile a quello descritto da Fagioli e Tonali con le misteriose app che stanno sconvolgendo la nuova generazione calcistica italiana. 

Impostazioni privacy