C’è posta per te, tegola Maria De Filippi. Cosa è successo alla conduttrice

C’è Posta per te è sicuramente uno dei programmi più seguiti in Italia. A quanto pare, però, ha dovuto dare i conti con un rimprovero molto importante. Scopriamo insieme di cosa stiamo parlando.

c'è posta per te
C’è Posta per te(Polistenanews.it)

C’è Posta per te è senza ombra di dubbio una dei programmi più seguiti della televisione italiana. Una trasmissione che va in onda da anni ma che, nonostante ciò, non perde assolutamente mordente tra i telespettatori che, anno dopo anno, si dimostrano sempre più affezionati. Non è nulla di strano, visto che ci sono anche altri programmi che danno questo risultato (basti pensare anche a Uomini e Donne, altro programma condotto da Maria De Filippi).

A quanto pare, però, a qualcuno non è piaciuto ciò che è stato mandato in onda durante una puntata di C’è Posta per te. Ma non perdiamo altro tempo e andiamo a scoprire più nel dettaglio cosa è successo. Tutto quello che c’è da sapere sulla segnalazione che è stata fatta dall’Agcom su una delle puntate del programma di Canale 5.

C’è Posta per te deve fare i conti con il richiamo dell’Agcom

conduttrice
De Filippi conduce programma(Polistenanews.it)

Agcom ha preso di mira due del programma più di spicco di Mediaset. Si tratta di C’è posta per te e di Forum. Nel caso di C’è Posta per te, è stata segnalata in particolare la puntata che è andata in onda il 7 gennaio. Protagonista una storia d’amore fatta di denigrazione dell’uomo sulla donna. Proprio questo è quello che ha fatto storcere il naso.

“La dinamica che si è dispiegata in una rappresentazione misogina delle relazioni, in assenza di qualsivoglia intervento correttivo da parte della conduttrice, è molto grave in quanto ha riprodotto e legittimato in un vasto pubblico”, questa è una parte della segnalazione che è stata inviata all’Autorità.

Chi ha fatto la segnalazione

maria de filippi
Maria De Filippi durante una puntata(Polistenanews.it)

Il mittente della segnalazione? L’Aps, ovvero un’associazione che ha a cuore la tutela dei diritti delle donne. L’agcom ha definito sbagliata la scelta di mandare in onda una storia simile, tanto più che non c’è stata neanche una condanna da parte della conduttrice verso l’uomo in questione.

Secondo L’Agcom, questo non ha fatto altro che contribuire lanciare un messaggio sbagliato, che va a minimizzare alcuni comportamenti. Una “leggerezza” che non è stata perdonata alla padrona di casa, da sempre nota per la sua professionalità e bravura. La conduttrice ne avrà sicuramente preso atto, guardandosene bene da replicare situazioni analoghe che possano dare messaggi decisamente sbagliati.

 

Impostazioni privacy