E’ morto in Portogallo il cane più vecchio del mondo: quanti anni aveva

Quando si raggiunge un Guinness World Record si diventa sempre parte di qualcosa di più grande. E’ ciò che è accaduto al cane più vecchio del mondo, il cui ricordo è balzato sul web per giorni: ecco quanti anni aveva e quanto tempo è vissuto.

quando è morto il cane più vecchio del mondo
E’ morto in Portogallo il cane più vecchio del mondo: quanti anni aveva (Polistenanews.it)

Quando si dice che chi trova un amico trova un tesoro, in questo caso è valido anche per i migliori amici a quattro zampe. Che abbiano vita lunga o breve, gli animali domestici entrano sempre a far parte della famiglia accompagnandola nei passi più importanti della loro vita. In questo senso rappresentano un bene prezioso e donano un amore difficile da colmare.

E’ ciò che è accaduto alla famiglia Costa, originaria della provincia di Leiria, in Portogallo. Sono loro i proprietari del cane più vecchio del mondo, il cui nuovo Guinness World Record è stato stabilito soltanto l’1 febbraio del 2023. Da poco quindi aveva raggiunto l’ambito primato per poi venire a mancare lo scorso 21 ottobre. Ma vediamo la sua storia e quanti anni aveva.

Quanti anni è vissuto il cane più vecchio del mondo

Guinness World Record cane più vecchio al mondo
Quanti anni è vissuto Bobi, il cane più vecchio del mondo (Polistenanews.it)

Bobi, è questo il nome del cane più vecchio del mondo, aveva 31 anni e 163 giorni quando è morto. Un record in assoluto considerando che prima di lui il cane più longevo era stato Spike, un chihuahua dell’Ohio morto lo scorso anno a 23 anni e 7 giorni. In realtà Bobi è entrato nel registro del Guinness dei primati quando aveva 30 anni e 266 giorni, dunque fino alla sua scomparsa la soglia del record è continuata a crescere.

La storia di Bobi ha dell’incredibile se pensiamo che Leonel Costa, il suo proprietario, aveva solo 8 anni quando il cane è entrato nella sua vita. Bobi fu l’unico della sua famiglia, composta da quattro cuccioli, ad essersi salvato dopo che Leonel e i suoi fratelli tennero nascosta la vita del cucciolo ai loro genitori per evitare che sopprimessero anche lui.

Quando la sua presenza è stata scoperta, la famiglia non ha potuto fare altro che tenere Bobi con sé. Bobi era ormai diventato il fedele compagno di una vita di Leonel, il quale è ormai vicino ai 40 anni. In occasione dei 31 anni di Bobi compiuti lo scorso maggio, l’uomo ha infatti indetto una grande festa con oltre cento ospiti per celebrare la longevità dell’amico a quattro zampe.

Il cane più longevo della storia: la razza

Leonel aveva più di una volta sottolineato come Bobi fosse arrivato alla sua età con pochissimi problemi di salute e il suo segreto era dato solo dalla buona alimentazione, dal contatto con la natura e dall’amore che lo circondava. Nonostante la data di nascita di Bobi fosse stata confermata sia dal Servizio Medico Veterinario del Comune di Leiria che dal database degli animali domestici gestito dal governo portoghese, in molti hanno avuto dei dubbi sulla veridicità dell’età di Bobi e sulla autenticità del Guinness World Record.

Il cane più anziano del mondo era un Rafeiro do Alentejo di razza pura. Se consideriamo che il Rafeiro do Alentejo, nome derivante dalla regione in cui è allevato, è un cane da guardia per le fattorie e dunque adatto al bestiame, l’aspettativa di vita di questa razza oscilla tra i 12 e i 14 anni. Mentre Bobi è vissuto per 31 anni e 163 giorni.

I dubbi del Guinness World Record su Bobi

Prima di lui soltanto un altro cane aveva raggiunto il record di cane più longevo della storia, Bluey, di origine australiana scomparso all’età di 29 anni e 5 mesi nel 1939. Se andate a ritroso nel libro del Guinness world record non ci sono tracce di Bluey, in quanto la prima edizione dell’istituzione dei primati è stata edita nel 1955. In ogni caso, Bobi ha superato tutti i record mai esistiti diventando il cane più anziano del mondo e il cane più vecchio mai esistito, eppure c’è chi ha ancora delle perplessità.

Il dubbio più grande è venuto proprio all’istituzione del Guinness dei primati che, attraverso un loro portavoce al quotidiano The Guardian, ha espresso delle incertezze emerse da molti veterinari riguardo la sua vera età. Sebbene il registro degli animali domestici nazionali abbia verbalizzato la data di nascita di Bobi nel 1992, i test genetici hanno solo fatto emergere la sua anzianità ma non la data precisa. Sono in corso delle verifiche, ma ciò non toglie che Bobi è ormai entrato nell’immaginario collettivo come la razza di cane più longeva della storia.

Impostazioni privacy