Supermercati, in pochi hanno capito la truffa nascosta dietro le confezioni dei prodotti

Dietro le confezioni dei prodotti presenti sugli scaffali nei supermercati: la Truffa nascosta che pochi hanno compreso.

Supermercati, in pochi hanno capito la truffa
Scaffalatura (Foto Pixabay)-polistenanews.it

Quando entri in un supermercato, potresti pensare che i prodotti siano disposti casualmente, ma in realtà, ogni dettaglio è frutto di studi mirati che costringono i compratori a fare scelte favorevoli ai produttori. Mentre per molti questo scenario sembra essere il frutto di una fantasia allarmista, la verità è ben diversa. Nella disposizione dei prodotti nei supermercati, pochissimo è lasciato al caso.

Diversi studi hanno dimostrato come la posizione, il colore e altri fattori possano influenzare le scelte dei consumatori, portandoli a comprare cose che in realtà non necessitano, incoraggiando così il consumismo. Cerchiamo di fare chiarezza su questo fenomeno commerciale.

Una “truffa” silente nei supermercati, occhio a non cascarci o potresti spendere più del dovuto!

Supermercati, in pochi hanno capito la truffa
La confezione ci trae in inganno (Foto Pixabay)-polistenanews.it

 

Ci sarà capitato innumerevoli volte di essere attratti da confezioni colorate ed intriganti che ci hanno poi deluso nel contenuto effettivo. Il packaging è infatti un settore nel quale le aziende investono molto, tenendo a mente che quando si parla di alimenti, in particolare, l’abito fa il monaco, almeno durante l’acquisto.

Ogni prodotto è progettato per catturare l’attenzione del compratore tra i mille altri presenti, una pratica subdola ma legale che mette a dura prova i consumatori più attenti. L’importante aumento dei prezzi dei generi alimentari riscontrato nell’ultimo anno ha fatto sì che molte famiglie siano molto più attente a ciò che mettono nel carrello, ma spesso questa attenzione può essere fuorviata.

Non solo i colori, ma anche la disposizione giocano un ruolo fondamentale, visto che la maggior parte delle persone tende ad acquistare più volentieri ciò che è più facilmente raggiungibile. Prodotti convenienti e salutari potrebbero quindi essere messi sugli scaffali più desolati, troppo in alto o troppo in basso, a favore di altri prodotti magari meno intriganti dal punto di vista nutrizionale, ma più remunerativi per il supermercato.

Un altro aspetto a cui fare attenzione è la grandezza delle confezioni. All’interno di una scatola grande, infatti, molto spesso non c’è il contenuto che ci aspettavamo, anche se questo era indicato sulla confezione. Questo fenomeno è chiamato Sheinkflation ed è in costante aumento negli ultimi anni.

Così le grandi multinazionali fanno profitti…

Riducendo il contenuto ma mantenendo la confezione originale intatta, le grandi aziende possono generare enormi profitti, vendendo di fatto meno prodotto allo stesso prezzo di sempre, ingannando acquirenti ignari o poco attenti. Pagare la stessa cifra per meno prodotto con lo stesso packaging non è solo sconveniente per le nostre tasche, ma anche per l’ambiente, in un periodo in cui la sostenibilità è sempre più importante.

Quando si va a fare la spesa, nonostante il tempo a disposizione sia sempre meno, bisognerebbe prendersi il tempo, tempo utile a leggere attentamente le etichette e a scegliere ciò che realmente vogliamo e non ciò che ci spingono ad acquistare. La fretta, si sa, è cattiva consigliera, e i supermercati non ci aiutano a fare la scelta giusta.

L’unico modo per salvaguardare le nostre finanze e la nostra salute è guardare con un occhio più attento e trarre da soli le giuste conclusioni, osservando la realtà per quello che è veramente, non per quello che vogliono farci credere. Una truffa per così dire legalizzata, ma ve ne sono altre che vedono vittime gli anziani, che sono altrettanto pericolose. A proposito di truffe, fate molta attenzione a quanto avviene alle pompe di benzina.

Impostazioni privacy